L’Olimpia Milano ritrova il sorriso contro Capo d’Orlando e fa 1-1 nella serie

Torna al successo l’Olimpia Milano che supera Capo d’Orlando per 95-83 e si riporta in parità nella serie dopo aver sofferto per tre quarti.

L’Olimpia Milano vince la seconda sfida contro Capo D’Orlando e riporta in parità la serie dopo aver perso la prima gara interna al Forum di Assago. La squadra milanese torna al successo ma non convince del tutto, sudando ancora le proverbiali sette camicie per aver ragione in casa della squadra che si è classificata all’ottavo posto nella regular season.

I siciliani calano solo nell’ultimo quarto, ma per tre quarti di gara danno l’impressione di potersela giocare ancora ad armi pari, nonostante le maggiori motivazioni dei padroni di casa. Finisce 95-83, ma il punteggio appare troppo severo per gli ospiti e non riflette correttamente l’equilibrio che ha caratterizzato la sfida per lunghi tratti. Repesa dà fiducia a Raduljica e Pascolo, inseriti nel quintetto di partenza, Di Carlo deve fare a meno del consueto apporto di Archie appiedato da alcuni acciacchi.

Partono bene gli ospiti che danno da subito l’impressione di poter sgambettare ancora gli avversari già in avvio di gara. Due triple di Diener spaventano i tifosi del Forum, ma ci pensa Cinciarini a rimettere le cose a posto guidando l’Olimpia Milano verso il primo strappo del match (19-13). Capo d’Orlando non si arrende e piazza un parziale di 9-2 (5 punti di Berzins) che ribalta la contesa. Il primo quarto si chiude sul 25-25, preludio di una gara dove regnerà l’equilibrio per altri due quarti.

L’avvio di secondo quarto è tutto di marca Olimpia grazie anche all’apporto del redivivo Macvan e ad una fase di passaggio a vuoto per la squadra di Di Carlo che getta via alle ortiche alcuni possessi sanguinosi. Dopo un testa a testa equilibrato le squadre vanno al riposo su 49-43, un punteggio che lascia aperta la porta ad ogni epilogo. Nel terzo quarto si segna a raffica, Kirowski e Ivanovic spaventano Milano ma Pascolo e Hickman ristabiliscono le distanze, facendo segnare il massimo vantaggio per i padroni di casa che volano sul 66-54 a tre minuti dalla fine del quarto. Capo d’Orlando ha un sussulto d’orgoglio e prova a rimanere agganciato nel punteggio, chiudendo il terzo quarto sotto solo di 5 punti (73-68).

In apertura di ultima frazione è Nicevic a riportare i siciliani a -3, poi si scatenano ancora Hickman e Mc Lean che fanno volare le Scarpette Rosse a +9 (81-72) a metà tempo. Capo d’Orlando fa registrare un parziale di 0/9 dall’arco e Milano può comodamente gestire il vantaggio finale. Una bomba di Simon a 2′ dalla fine porta l’Olimpia Milano sul 90-79 e fa calare il sipario su gara due. Finisce 95-83 per la squadra di Repesa, ma la sensazione è che il percorso dell’Olimpia Milano, in questa serie, sarà molto più irto d’ostacoli di quanto pronosticato alla vigilia.

MILANO: Hickman 17, Pascolo 15, Cinciarini 14, Simon 14.
CAPO D’ORLANDO: Ivanovic 13, Diener 13, Tepic 12.
SERIE: 1-1. (Gara-1 Milano-Capo 80-87; gara-3 e gara -4 martedì e giovedì a Capo; ev. gara-5 22/5 a Milano).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi