Memorial Bertolazzi al Basket Brescia: Pesaro si arrende nel finale (72-67)




memorial bertolazzi brescia pesaroLa prima edizione del “Memorial Matteo Bertolazzi” parla bresciano: la Centrale del Latte ha battuto in finale la Consultinvest Pesaro 72-67, aggiudicandosi così il torneo disputato al PalaCiti di Parma.

Una vittoria sul finale quella degli uomini di Diana, così come era arrivato il successo in semifinale contro Pistoia. Mattatore ancora una volta Moss (17 punti) che viene eletto MVP dell’intera manifestazione: ma il miglior marcatore di questa finale è Moore, decisivo per il trionfo bresciano con i suoi 19 punti.

Nei primi 10′ la sfida è quanto mai equilibrata e anche piuttosto divertente, nonostante entrambi i team debbano registrare numerose assenze (Landry e Michele Vitali per la Germani Basket Brescia, Fields e Harrow per Pesaro). Zavackas è in panchina (e ci resterà per tutta la durata del match), ma la Vuelle tiene le redini del gioco e alla fine del primo quarto conduce 24-20. Ma nel secondo quarto Moss sale in cattedra e sfonda più volte la difesa (e la retina). Brescia sale fino al +7, Pesaro regge l’urto: all’intervallo si va sul 39-33.

Sussulto pesarese nel terzo quarto: Thornton e Jones riducono notevolmente il divario, e al 30′ la Consultinvest ‘vede’ la Centrale del Latte, che conserva solo 3 punti di margine sugli avversari. Nonostante Moore e Moss continuino anche nell’ultimo quarto il loro show personale, Pesaro riesce comunque a pareggiare i conti a 6 minuti dal termine (60-60). Ancora una volta Brescia va a guadagnarsi il successo nella parte finale della gara: dalla lunetta Bergreen e Vitali non falliscono nulla, e alla sirena la Germani può godersi il trofeo.

Nella finale per il terzo e quarto posto, Cremona supera Pistoia 79-73. Non male la prova di Antonutti e compagni, ma la Vanoli è sembrata più compatta e determinata. “Rispetto alla partita contro Brescia siamo andati molto meglio nella fase difensiva – ha detto coach Esposito – Siamo giovani e dobbiamo migliorare rapidamente, soprattutto in termini di durezza mentale“.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi