Milano sette su sette: non accadeva da 43 anni!




milano setteNonostante un gioco non ancora scintillante – come vorrebbero i tifosi e soprattutto il presidente Armani – all’Olimpia Milano non si può rimproverare proprio nulla. E’ vero che godeva ampiamente dei favori del pronostico visto il roster di altissima qualità messo a disposizione dalla società meneghina al coach Repesa, ma sta di fatto che i biancorossi hanno infilato sette vittorie nelle prime sette partite, battendo anche avversari difficili come la Sidigas Avellino, la Dinamo Sassari e la sorpresa Pasta Reggia Caserta. Non succedeva esattamente dal 1973: Milano si chiamava Innocenti e iniziò con otto successi filati, per poi perdere alla nona giornata (6 gennaio 1974) sul campo della Ignis Varese di Bob Morse, che qualche mese più tardi si laureò campione d’Italia.

E dire che dopo la vittoria esterna al PalaAlpitour contro la Fiat Torino, Repesa aveva sentito il bisogno di strigliare i suoi, rei di troppa superficialità e troppo individualismo. “Così non si va da nessuna parte”, disse il coach. Da quel momento, Milano sembra più concentrata e anche un pò più “cattiva”: lo dimostra la vittoria in Eurolega contro l’Efes Istanbul e quella in campionato contro i sardi di coach Pasquini.

La partenza sprint fa sognare il secondo titolo consecutivo al popolo del Forum, ma la strada è ancora lunga: dietro c’è una Grissin Bon agguerritissima, e anche le altre un pò più attardate faranno di tutto per recuperare terreno e guadagnarsi un ottimo piazzamento in vista della postseason.

CAPO D’ORLANDO, INGAGGIATO MILENKO TEPIC 

Capo d’Orlando ha ufficializzato l’ingaggio di Milenko Tepic. L’arrivo dell’ala serba è stato ufficializzato dal direttore sportivo dell’Orlandina, Giuseppe Sindoni, che ha parlato anche del buon momento della Betaland. “Questo acquisto ci inorgoglisce del progetto che stiamo portando avanti ormai da 15-16 mesi, ora ci vedono tutti con un occhio che prima non usavano nei nostri confronti – ha detto Sindoni – Non facciamo proclami, il nostro unico obiettivo è sempre stato quello di raggiungere una qualità di gioco che faccia risaltare le abilità dei nostri giocatori”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi