Okeke, che emozione: “La convocazione? Un sogno”

okeke fiat torino nazionale




Avrà provato certamente una grande emozione, David Okeke, nel leggere il suo nome tra i convocati in Nazionale. Il giocatore della Fiat Torino è stato infatti inserito dal neo coach Meo Sacchetti tra i 24 da cui poi verranno selezionati i 12 per i primi impegni con la Romania (24/11 a Torino) e con la Serbia (il 26 novembre a Belgrado).

La convocazione del 19enne è stata un pò una sorpresa, e il cestista della Fiat Torino ha voluto raccontare tutto il suo entusiasmo agli alunni delle Elementari ‘Boncompagni’ nell’ambito della campagna educativa ‘Campioni di Fair Play’. Sì, perchè David è nato a Monza da genitori nigeriani: “La cittadinanza per chi nasce in Italia dovrebbe essere garantita”, ha detto il 19enne dell’Auxilium ai bambini.

“Sono stato discriminato per le mie origini – le parole di Okeke riportate dall’Ansa – sono riuscito a combattere il razzismo con l’aiuto degli amici, dei compagni di squadra. Problemi quotidiani che con l’integrazione e il rispetto si possono risolvere”.

Okeke, che ha già vinto un argento mondiale con l’Under 19 azzurra, ha detto agli alunni delle Elementari “Boncompagni” che la convocazione in Nazionale maggiore è stata vissuta come “un sogno”.

“Mi sento e sono italiano – ha aggiunto il 19enne – ma non dimentico le mie origini. In ogni caso va data ai figli di stranieri nati in Italia la possibilità di partire alla pari: fare sport, avere gli stessi diritti e la cittadinanza”.

VERSO TORINO-PESARO: PARLANO I COACH 

Intanto la Fiat si prepara al prossimo impegno di campionato, che vedrà i piemontesi affrontare la Vuelle Pesaro al PalaRuffini. Palla a due in programma alle 17 di sabato. “Contro Pesaro – ha detto coach Banchi – dovremo dimostrare di saperci avvicinare ad una condizione migliore facendo un ulteriore passo in avanti. La Vuelle ha grande talento e molta tecnica, sarà una gara molto difficile”. Per coach Leka sarà fondamentale essere aggressivi: “Trasferta dura, ma non partiamo battuti”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi