Olimpia Milano, il 2016 si chiude male: Sanders fermo un mese




olimpia sanders Piove davvero sul bagnato per l’Olimpia Milano. La squadra allenata da coach Repesa è incappata in una crisi profonda di gioco e risultati. Il mese di dicembre è stato particolarmente nero per i campioni d’Italia: alle batoste in Eurolega (otto sconfitte di fila) si sono sommati anche i due ko in campionato, entrambi in trasferta, entrambi contro delle rivali al titolo (Venezia e Reggio Emilia). Nonostante l’EA7 mantenga ancora il primo posto con due punti di vantaggio sulla Reyer, l’attuale ruolino di marcia non soddisfa affatto i tifosi. Nè tantomeno la società, se si pensa che lo scorso mese di Settembre il patron Armani era stato abbondantemente chiaro: Milano è un team costruito per vincere in Italia e in Europa.

E i guai non sembrano essere finiti per l’Olimpia. Il match casalingo contro lo Zalgiris ha comportato non soltanto l’ottava sconfitta di fila in Eurolega, ma anche l’infortunio di uno degli uomini di punta di Milano: Rakim Sanders ha infatti riportato una lesione distrattiva del muscolo obliquo sinistro e dovrà stare fermo circa un mese. L’ala dei biancorossi si è sfogato su Twitter, con un messaggio che riguarda sè stesso ma anche la situazione complicata in cui versa l’EA7: “Dal fondo si può solo andare in alto, non la penso in altro modo”, ha twittato Rakim Sanders.

Un 2016 vincente che si è però chiuso piuttosto male per i milanesi, se consideriamo anche la dolorosa separazione con l’ex capitano Gentile: la speranza è che il nuovo anno riporti la serenità necessaria per raggiungere i successi sperati.

VENEZIA ATTENDE SASSARI, PASQUINI: “DOBBIAMO PROVARCI” 

Venezia è lanciatissima alla rincorsa dell’Olimpia Milano, ma la Dinamo Sassari, rinfrancata dall’ultimo successo casalingo, non vuole affatto darsi per vinta, come confermano le parole di coach Pasquini. “Venezia arriva da due mesi favolosi, stanno facendo bene in campionato e in Champions – spiega Pasquini – inoltre sono un team che vive gli appuntamenti importanti con determinazione e ha le capacità di chiudere i finali di partita sempre in modo diverso. Ma noi siamo pronti”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi