Pesaro, la ‘remuntada’ ha riacceso l’entusiasmo. Leka: “Ringrazio i tifosi”

pesaro orlandina




Il successo della Vuelle Pesaro ai danni della Betaland Capo d’Orlando ha rimesso tutto in discussione in fondo alla classifica. I marchigiani si sono resi autori di una rimonta strepitosa che ha permesso loro di battere la diretta avversaria per la salvezza e di agganciarla a quota 10 punti. Tuttavia, se il campionato finisse oggi, a ottenere la permanenza in Serie A sarebbero i siciliani per via della differenza canestri.

Ma ciò che interessa maggiormente i tifosi della Vuelle è aver ritrovato la propria squadra. Alla fine del primo tempo lo spettro della retrocessione aleggiava pesantemente sull’Adriatic Arena, ma la ‘remuntada’ della ripresa ha scatenato di nuovo l’entusiasmo dell’affezionato pubblico marchigiano, che ora crede nel definitivo sorpasso. Non solo: a soli due punti dalla coppia Vuelle-Betaland c’è l’Happy Casa Brindisi, che ha dovuto alzare bandiera bianca sul parquet della Sidigas Avellino. Domenica i pesaresi andranno a far visita proprio al team di coach Vitucci, per un’altra sfida dal grande peso in chiave salvezza.

Al termine del match contro l’Orlandina, coach Leka ha voluto ringraziare tutti i tifosi della Vuelle per la spinta data nel secondo tempo. “Li ringrazio per l’attaccamento che hanno avuto – ha detto Leka – Ringrazio la curva che ci ha sempre sostenuto, anche quando eravamo sotto di tanti punti”.

Leka rivela ai microfoni di Basketnet che la svolta è avvenuta nell’intervallo. “Dopo il primo tempo ci siamo detto che non potevamo andare avanti così – spiega il coach della Vuelle – Posso accettare che siamo piccoli ma non che non siamo aggressivi e veloci. Questi due sono stati gli aspetti che hanno cambiato la nostra partita nel secondo tempo”.

Dall’altra parte, Capo d’Orlando si morde le mani per aver gettato al vento la grande occasione di poter quasi chiudere il discorso salvezza. “Una sconfitta che dobbiamo digerire – ha detto Di Carlo – L’unica cosa positiva è aver mantenuto il vantaggio nella differenza canestri”.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi