Playoff A2, gara 2: Brescia e Ferentino sul 2-0, Agropoli la spunta all’overtime




playoffa2Quattro vittorie casalinghe su quattro nella prima giornata di gara 2 dei playoff promozione in A2. Fattore campo totalmente rispettato: Brescia e Ferentino allungano su Trapani e Roseto, mentre Agropoli e Mantova riescono ad impattare la serie contro Bologna e Agrigento.

Un’altra grande prestazione di Brescia manda Trapani ancora al tappeto. I lombardi vanno sul 2-0 e vedono i quarti di finale. Va però detto che la Lighthouse Conad ha disputato un ottimo match, e di certo non ha nessuna intenzione di arrendersi. Ad un primo quarto di chiara impronta bresciana (24-14) è seguita la veemente reazione trapanese, che si portava all’intervallo sotto di 1 solo punto (40-39). Nel secondo tempo la gara è equilibratissima, anche se nell’ultimo quarto Brescia mette il muso avanti: a 37” dal termine è +5 per i locali. Una tripla di Ganeto prova a mantenere a galla Trapani, ma non basta: finisce 89-83, Brescia è sul 2-0. Splendidi Moss per i lombardi (22 punti) e Mays per Trapani (23).

Ferentino costruisce il 2-0 su Roseto nel primo tempo, chiuso con un +14 (42-28), grazie alle eccellenti prove del tridente Raymond-Carnovali-Imbrò: 33 punti per loro. Roseto nel primo tempo è disastrosa nel tiro da 3 (0/11): gli abruzzesi tentano di riacciuffare il match nella ripresa, ma Ferentino mantiene gli “Sharks” a distanza. I laziali controllano, concludono 86-74 e portano a casa il secondo punto.

Con gara 1 ricca di emozioni, nemmeno gara 2 tra Mantova e Agrigento ha voluto essere da meno. Anche stavolta la sfida si decide nelle battute finali. Per tutta la durata del match, le due formazioni restano l’una ancorata all’altra. Ad un minuto e mezzo circa dalla sirena, una tripla di Ferguson regala il +3 a Mantova, che però si rilassa: Agrigento si rimette a -1 e ha la palla del sorpasso (e dello 0-2), ma Saccaggi non centra il bersaglio. Esulta Mantova, serie riaperta.

C’è voluto un overtime per decidere gara 2 tra Agropoli e Bologna. La Fortitudo deve mordersi le mani, in particolare dopo aver disputato un primo quarto da favola (+15). I campani, dal canto loro, ci hanno sempre creduto, presi in mano dal solito Roderick: prima la tripla che riporta Agropoli a -3, poi il canestro del pareggio a una ventina di secondi dal termine. A Bologna non riesce il colpo del ko, e ai supplementari Agropoli fa suo il match, sempre con Roderick sugli scudi: l’esterno americano chiude con 36 punti, finisce 98-94 per i locali.

Roberto Naccarella 

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi