Playoff A2: Imola, Tortona e Scafati si aggiudicano gara 1




playoffa2Se la prima giornata dei playoff di A2 era stata caratterizzata dalle vittorie in trasferta, stavolta il fattore campo è stato ampiamente rispettato. I tre match sono stati tutti molto avvincenti, con il risultato in bilico fino alle battute conclusive. Riescono a spuntarla Imola, Tortona e Scafati, che si aggiudicano così gara 1 contro Siena, Trieste e Verona.

Il PalaMangani ospita Scafati-Verona un giorno dopo un altro match dei playoff, Agropoli-Fortitudo, che ha visto l’affermazione dei bolognesi. Stavolta ad esultare è la squadra di casa, ma va detto che il match è stato molto più tirato rispetto ai pronostici, che vedevano la capolista ad Ovest nettamente favorita sull’ottava a Est. Addirittura nella prima parte di gara Verona fa il ritmo e si porta largamente avanti: chissà se gli scaligeri avranno pensato di compiere la medesima impresa di Casale Monferrato, clamorosamente vincente al Palaverde di Treviso. Alla fine del primo tempo Verona è +10 (28-38) ma al rientro sul parquet Scafati mostra tutta la sua forza e recupera lo svantaggio. Tanti colpi di scena e ribaltamenti nel punteggio, tanto che a 45” dalla fine il risultato è 68-68: Ricci sbaglia, Simmons no, e alla fine anche Miller fallisce la tripla del sorpasso.

Anche Trieste arriva a pochi passi dalla grande impresa, facendo tremare Tortona. I piemontesi conducono il match per 3/4, finchè nell’ultima frazione Trieste si porta sul +4 (62-66). E’ qui che emerge la maggiore esperienza di Tortona: con lucidità e pazienza, gli uomini di Cavina riprendono in mano la gara e la chiudono 75-70, grazie alle prestazioni elevatissime di Marks e Garri, che totalizzano rispettivamente 23 e 18 punti.

Imola festeggia nel migliore dei modi il ritorno ai playoff dopo un decennio: Siena viene sconfitta malgrado un ottimo inizio, dove gli emiliani sembrano in giornata no. Tuttavia, nel secondo quarto, Imola si desta dal torpore e arriva all’intervallo avanti di 4 (30-26). Nella ripresa, Imola allunga ulteriormente raggiungendo il massimo vantaggio di +13. I toscani provano a rientrare in partita affidandosi alla verve di Roberts (22 punti), e quasi ci riescono: a 16” dalla fine il ritardo è di soli 2 punti, ma due liberi di Prato consegnano definitivamente gara 1 ai padroni di casa.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi