Playoff, semifinale: splendida Venezia, Milano sconfitta anche in gara 3




playoffL’exploit di gara 1 non era un caso isolato. Ora lo sappiamo. L’Umana Venezia ha tutte le carte in regola per far fuori Milano e volare in finale dei playoff scudetto. Chi si aspettava una serie dominata dall’Olimpia ha fatto male i suoi conti. I veneziani sono solidi in difesa ed eccellenti in attacco anche in gara 3: Milano, mai in partita, viene sconfitta 73-62 dopo essere stata sotto anche di 21 punti.

La Reyer conquista quindi il punto del 2-1, con Pargo e Green ancora ad altissimi livelli. Le rotazioni di Repesa non convincono (Sanders fuori): l’Olimpia viene presa a schiaffi dai padroni di casa fin dal primo quarto, e per tutta la durata del match si rivelerà incapace di imbastire una reazione concreta, nonostante la buona prova di McLean.

Pronti, via, e Venezia fa subito capire le sue intenzioni. Dopo 5 minuti l’Umana è già avanti 12-4, e alla fine del primo quarto il divario sale di 10 punti (24-14). Milano, per farla breve, non è ancora scesa sul parquet. Nel secondo quarto Venezia continua a colpire ai fianchi l’avversario, che resta intontito. I padroni di casa hanno molti protagonisti, sempre diversi; Milano, al contrario, non può aggrapparsi ai suoi uomini migliori, davvero opachi. Si salva il solo McLean, l’unico che prova a tenere testa agli scatenati uomini di coach De Raffaele. Ma il risultato, a fine primo tempo, non ammette repliche: 48-31, Venezia domina.

Un sussulto l’Olimpia ce l’ha nel terzo quarto, quando recupera parte dello svantaggio, toccando il -13. Venezia non si scompone e torna a macinare gioco e punti: la tripla di Bramos riconsegna il +19 ai veneti. Simon tiene a galla gli ospiti, ma l’antisportivo su Gentile taglia le gambe a Repesa. Nel finale le squadre pagano un pò di stanchezza: Milano ritorna nuovamente a -13, ma entrambi in quintetti non vanno più a canestro, fino alla tripla di Pargo che chiude il match.

Finisce 73-62 per Venezia, che regala una grande gioia ad un PalaTaliercio letteralmente in delirio. La Reyer è ora avanti per 2-1, e legittimamente ci crede. L’Olimpia è apparsa molto nervosa: Repesa sa bene che servirà un’inversione di rotta già da domani sera (sempre sul parquet di Venezia) in gara 4. Altrimenti l’incubo di una cocente eliminazione comincerà a farsi sempre più reale.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi