Playoff, la prima semifinale è Milano-Brescia. Cantù e Varese escono a testa alta

milano cantù




I playoff del campionato di Serie A di basket maschile hanno già una semifinale. Si tratta di Milano-Brescia, che prenderà il via con la sfida di giovedì 24 al Forum. I biancorossi e la Leonessa sono riusciti a chiudere le rispettive pratiche in tre match: ieri sera la truppa di Pianigiani ha conquistato il punto decisivo in casa della Red October, mentre Brescia ha espugnato il campo della Openjobmetis e si è aggiudicata la qualificazione.

Cantù e Varese ce l’hanno messa tutta per impensierire le proprie avversarie, ma sia l’Olimpia che la Germani hanno dimostrato di essere più attrezzate per proseguire il cammino verso il titolo.

Milano si è imposta 65-74 nella terza sfida della serie, grazie soprattutto ad un ottimo Goudelock (24 punti), che già nel primo tempo trascinava i biancorossi di Pianigiani. La prima metà di gara si concludeva sul 27-43 per gli ospiti, con i canturini che non riuscivano a trovare le contromisure adeguate per arginare l’Olimpia. Un timido segnale di vita della Red October arriva ad inizio ripresa, quando Culpepper (18 punti) prova a far rientrare in gioco i suoi. Il divario tra i due team si assottiglia e diventa di “soli” 9 punti, ma Bertans torna a ‘bucare’ i meccanismi difensivi di Sodini e Milano tiene a bada le velleità canturine.

Nonostante il match appaia segnato, Cantù tira fuori le ultime energie per tentare l’assalto conclusivo. L’EA7 sbanda un pò e la Red October torna a sole 4 lunghezze. Ma l’entusiasmo del pubblico di casa dura poco: è Goudelock a spegnere i sogni di Culpepper e soci e a far volare Milano in semifinale. Cantù viene quindi eliminata, ma i tifosi tributano un grande applauso agli uomini di coach Sodini.

Vince anche Brescia, che fatica anche in gara 3 contro Varese ma alla fine ottiene successo e “pass” per la semifinale. La Openjobmetis (24 punti di Avramovic) si arrende solo ai supplementari dopo aver toccato anche il +19 nel terzo quarto. Una sconfitta che non macchia la splendida cavalcata di Varese, guidata da uno straordinario coach come Attilio Caja.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi