Playoff NBA, Golden State infinita: è 3-3 con Oklahoma. Decisiva gara 7




playoffSolo pochi giorni fa tutta la stampa mondiale celebrava le prodezze di Oklahoma, che sbaragliava l’imbattibile Golden State portandosi sul 3-1 e ad un passo dalla finale playoff NBA.

In molti davano già i Warriors per morti, spacciati, prossimi alla resa. Anche perchè solo 9 squadre sono riuscite a ribaltare un 1-3 ai playoff. L’impresa sembrava davvero disperata, se consideriamo che Durant e Westbrook sembravano veramente ad un livello di forma e gioco troppo elevato per Curry e soci.

Invece la gara di ieri è l’ennesima dimostrazione che quando gioca Golden State non si può dare niente per scontato. I gialloblu sbancano la Chesapeake Energy Arena 101-108 e impattano la serie (3-3) portandola a gara 7. Ci riesce con un finale tutto cuore, dopo essere stata sotto (e ad un passo dalla capitolazione) per larghi tratti del match.

Il “top player” di gara 6 è Klay Thompson: 41 punti caratterizzati da 11 triple (nuovo record NBA per i playoff).

Il pubblico di Oklahoma è carico e spinge come non mai: i Thunder se ne giovano, e partono subito forte. Alla fine del primo quarto i padroni di casa sono sul +6. Nel secondo, Oklahoma allarga il divario e sembra riuscire a controllare: Golden State regge l’urto grazie ai soliti Curry e Thompson. Alla sirena del primo tempo il punteggio vede i ragazzi di coach ? avanti di 5 lunghezze.

Il terzo quarto è particolarmente avvincente: allo show di Thompson rispondono Durant e Westbrook, poi Curry ne mette dentro 11 in fila. Ma il finale di frazione è tutto di marca OKC, e i padroni di casa chiudono anche il terzo avanti di otto punti.

E proprio l’ultima frazione a regalare le emozioni maggiori. Thompson continua a sfoderare una prestazione di livello assoluto, ma è ancora Durant a riportare OKC sul +7 a 5 minuti dal termine. Ma l’ultimo periodo è nettamente di marca Golden State (33-18 nel quarto), che strapazza Oklahoma negli ultimi minuti con un parziale di 9-0.

Sugli scudi, oltre a Steph Curry e Thompson, anche Igoudala, ottimo in difesa. Negli ultimi due minuti Oklahoma implode e Golden State realizza i punti pesanti, conquistando gara 6 e compiendo così un mezzo miracolo. Per l’eventuale miracolo intero c’è da attendere gara 7 ad Oakland lunedì sera.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi