Playoff, Reggio Emilia ancora ko: Avellino vince (75-67) e vede la semifinale




avellino reggio Avellino vede la semifinale, Reggio Emilia ad un passo dall’eliminazione. La Scandone si è aggiudicata anche la seconda sfida di questo quarto di finale al PalaDelMauro: 75-67 per gli uomini di coach Sacripanti, che ora conducono per 2-0 la serie.

La Grissin Bon ha dilapidato un vantaggio che nel corso della gara era diventato anche di 12 punti, subendo nella ripresa il veemente ritorno dei padroni di casa, trascinati da un fenomenale Logan.

Reggio Emilia doveva provarci a tutti i costi. Non solo perchè il -18 di gara 1 pesava come un macigno, ma anche perchè Avellino avrebbe potuto risentire dell’assenza forzata di Joe Ragland, volato negli USA per assistere al funerale del fratello Shawn (dovrebbe tornare per gara 3, ndr). Invece è arrivato un altro ko: Reggio, finalista dello scorso anno, è ora costretta a vincere entrambe le sfide al PalaBigi per poi giocarsi tutto in gara 5.

La partenza degli uomini di coach Menetti è stata tutt’altro che negativa. Aradori sembra in grande serata (28 punti complessivi per lui), e lo stesso può dirsi per Wright: gli ospiti si portano sul +9 al termine del primo tempo (30-39) con 15 punti in 13 minuti dell’italiano. Avellino appare in confusione, con brutte percentuali al tiro e addirittura 11 palle perse solo nel primo quarto. Ma nella ripresa, complice anche la strigliata di Sacripanti, la Sidigas cambia completamente volto: triple di Leunen e Logan, parzialone di 14-5 e padroni di casa di nuovo con il fiato sul collo della Grissin Bon. Il terzo quarto si chiude con Reggio ancora avanti di due lunghezze (51-53).

Negli ultimi 10′ gli uomini di Menetti provano ad allungare nuovamente (+5), ma è solo un’illusione: Avellino piazza un nuovo super break (16-0) e Reggio va definitivamente al tappeto. Vince la Sidigas, che vola sul 2-0 e vede la semifinale. Reggio Emilia non ha alternative: deve vincere entrambe le gare al PalaBigi se vuole restare aggrappata a questi playoff.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi