Playoff, Trento-Sassari 65-55: il primo round va a Buscaglia

trento sassari Il primo round va a Trento. La sfida iniziale del quarto di finale tra la Dolomiti di coach Buscaglia e la Dinamo Sassari finisce 65-55 per i padroni di casa, che si portano così sull’1-0 nella serie.

Come si evince dal punteggio, a farla da padrone per tutta la durata del match è stata la grande organizzazione difensiva di entrambe le squadre: il dato relativo alle percentuali al tiro, veramente pessimo, ne è una prova lampante. Probabilmente sia Trento che Sassari sono state un pò frenate dalla tensione dell’esordio in questi playoff: a differenza dei sardi, i trentini hanno ‘svoltato’ nel terzo quarto e non si sono fatti più riprendere. Una vittoria preziosa, che dà fiducia all’ambiente, ottenuta contro una squadra che in campionato aveva rifilato due sconfitte su due alla truppa allenata da Maurizio Buscaglia.

Se nel primo tempo l’equilibrio regnava incontrastato – al riposo il punteggio era di 27-26 per l’Aquila – è nella ripresa che la Dinamo si è persa e Trento ne ha approfittato, colpendo quando gli avversari si trovavano in evidente difficoltà. I padroni di casa scardinano l’attenta (fino ad allora) retroguardia sassarese, le bombe di Beto fanno schizzare Trento sul +14. Distacco che aumenta con i due liberi di Flaccadori.

L’ultimo quarto è privo di una reazione da parte degli ospiti. L’Aquila Trento resta concentrata e in totale controllo sul match. Le triple di Sutton e Flaccadori fanno alzare bandiera bianca alla Dinamo, che ha una piccola reazione nel finale buona solo ad ‘ammorbidire’ il passivo.

In conferenza stampa tutta la soddisfazione del coach dei trentini, Maurizio Buscaglia: “Ci siamo dimostrati solidi dal punto di vista della cattiveria agonistica. Abbiamo fatto una buona partita”, ha detto il trainer.

“Ci siamo disuniti, abbiamo mosso poco la palla e in un amen ci siamo ritrovati sotto di 20 punti – ha detto invece Pasquini in riferimento al secondo tempo dei suoi – L’unica cosa fa dare è ragionare sugli errori, resettare e tornare qui dopodomani più pronti di stasera”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi