Sassari ricomincia dalla Germani Brescia. Markovski: “Squadra tosta, ma siamo motivati”

markovski sassari brescia




Parte questa sera il 25esimo turno del campionato di Serie A di basket maschile con l’anticipo del PalaDozza tra la Virtus Bologna e la Pallacanestro Cantù. Una bella sfida tra due team che hanno mostrato un’ottima pallacanestro in questa stagione, e che stanno sgomitando per assicurarsi un posto tra le prime otto, in vista dei playoff.  Tuttavia, la novità più interessante di questa giornata è l’esordio in panchina del nuovo coach della Dinamo Sassari, Zare Markovski, che ha rilevato il posto di Federico Pasquini, dimessosi martedì scorso.

Pasquini ha alzato bandiera bianca, lasciando intendere la sua incapacità di gestire un roster che sembra attanagliato da problemi di natura mentale.

Tocca a Markovski, quindi, far ritrovare la strada maestra ad una Dinamo che è scivolata fuori dalla zona playoff ma che ha ancora sei partite per tornare protagonista e centrare la post-season. A cominciare da domani, quando al PalaSerradimigni (palla a due ore 12) i sardi se la vedranno con la Germani Brescia di coach Diana, terza forza del campionato e in piena corsa per la vetta.

Lo stesso Markovski riconosce il grande valore dell’avversario. “Abbiamo messo Brescia nel mirino – ha detto all’ANSA il nuovo coach della Dinamo Sassari – sappiamo che è in forma e che punta a uno dei primi quattro posti per i playoff, e che per questo ha rinforzato il roster anche di recente”.

Ma la spinta del pubblico sassarese deve convincere la Dinamo che l’impresa è possibile. “I due punti ci permetterebbero di proseguire il nostro cammino e portare avanti i nostri piani – ha aggiunto Markovski – perciò la partita di domenica sarà uno scontro tra due squadre molto motivate”.

Markovski individua poi l’aspetto su cui bisogna lavorare maggiormente, ovvero l’organizzazione difensiva, che nel corso delle settimane è sembrata mancare. “Dobbiamo partire da una buona difesa per alleggerire anche l’attacco, con qualche contropiede in più”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi