Serie A, cadono Venezia e Reggio Emilia: ad Avellino l’Olimpia può scappare

venezia reggio milanoDeve ancora giocare, ma può già sorridere. L’Olimpia Milano è impegnata stasera su uno dei parquet più difficili di tutta la Serie A, ovvero quello della Sidigas Avellino, ma la truppa di Repesa può scendere in campo più rilassata dopo i risultati di ieri.

Sia la Reyer Venezia che la Grissin Bon Reggio Emilia, infatti, sono incappate in due ko che le allontanano dalla capolista. Gli uomini di coach De Raffaele hanno pagato dazio contro l’ormai lanciatissima Betaland Capo d’Orlando, che ha sconfitto i veneziani 90-82 all’overtime issandosi così al quinto posto con 18 punti. Il team allenato da Menetti prosegue nel suo momento negativo: a Sassari la Dinamo fa sua la partitissima, battendo la Grissin Bon 82-72 e centrando così la quinta vittoria consecutiva. Nei reggiani spicca il solito Amedeo Della Valle, ma il collettivo sardo fa la differenza.

Il risultato più sorprendente è forse la sconfitta interna della Pasta Reggia Caserta contro una Openjobmetis Varese in piena crisi di risultati. Gli ospiti passano 80-86, e con la contemporanea sconfitta della Vanoli lasciano momentaneamente l’ultimo posto in classifica. Toccante il minuto di silenzio per ricordare Charles Shackleford – scomparso in settimana – storico lungo che contribuì pesantemente all’indimenticabile scudetto 1991 della Phonola.

Dicevamo di Cremona: il tema allenato da coach Lepore era chiamato a confermare le belle prove delle ultime settimane. Ma contro l’Aquila Trento è arrivato un ko casalingo piuttosto pesante: 59-78, match praticamente senza storia.

Restando nei bassifondi della classifica, sconfitta interna anche per la Consultinvest Pesaro, che cede il passo alla Fiat Torino (65-66), trascinata dai 20 punti di Wilson. E’ proprio il 25enne, dalla lunetta, a firmare nelle battute finali il sorpasso piemontese.

Vince anche l’Enel Brindisi di misura contro la The Flexx Pistoia (86-85, 24 punti di Moore), mentre la Pallacanestro Cantù tira fuori l’orgoglio e strapazza Brescia nel derby lombardo: 81-65 il punteggio finale per i ragazzi di Bolshakov, la Leonessa deve fermarsi dopo 3 successi consecutivi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi