Serie A, colpo Sassari: Pistoia battuta in casa (68-69)




sassari pistoia Gli anticipi di ieri in Serie A hanno regalato tante emozioni e colpi di scena. Così come Capo d’Orlando, anche la Dinamo Sassari è riuscita nell’impresa ‘corsara’: gli uomini di coach Pasquini hanno espugnato il parquet della The Flexx Pistoia 68-69, ottenendo così la prima vittoria esterna stagionale.

Va detto che Pistoia doveva registrare diverse defezioni: tuttavia, Sassari si tiene stretti questi due punti che le permettono di agganciare il gruppetto che insegue l’Olimpia Milano a quota 8 punti, in attesa delle partite di oggi.

Come detto, coach Esposito deve rinunciare a molti suoi uomini, tra cui Boothe e Antonutti. Pasquini punta sui piccoli, e grazie alla loro rapidità infila subito un parziale di 5-0. Finchè non si svegliano Hawkins e Petteway: Pistoia ritrova gioco e punti, salendo fino al +7. Ci pensa Stipcevic a far rimanere gli ospiti vicini nel punteggio (31-33).

Nel terzo quarto, complice anche un tecnico fischiato a Pasquini, Pistoia allunga fino al +9 (45-36): ma Sassari non molla, e si riavvicina anch’essa grazie ad un antisportivo comminato a Petteway. Johnson-Odom e Lacey spingono, e il 54 pari è cosa fatta all’inizio degli ultimi 10′.

L’ultimo quarto è un entusiasmante testa a testa senza esclusione di colpi. Pistoia sbaglia moltissimo da fuori, ma Hawkins la prende per mano e le fa tenere il muso avanti (60-57). Durerà poco: i 7 punti consecutivi di Savanovic innescano il sorpasso sardo (62-64). L’ultimo giro di lancetta è da cardiopalma: Cournooh realizza prima il canestro del -1 e poi anche quello del sorpasso toscano. Savanovic controsorpassa a 17” dalla fine: Hawkins ha tra le mani la palla del successo, ma la sbaglia (e Crosariol non riesce a correggere). La panchina della Dinamo esplode di felicità, su quella della The Flexx solo tanta amarezza. Sassari conquista così la prima vittoria esterna stagionale, e chissà che non possa essere la svolta del campionato. Pistoia, dal canto suo, non può rimproverarsi nulla: è mancata solo la zampata decisiva.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi