Serie A, tutto invariato nelle prime posizioni. In coda la Vanoli torna a sperare

cremona cantuTutto sostanzialmente invariato, tranne in coda. La ventottesima giornata del campionato di Serie A di basket maschile ha visto le vittorie di quasi tutte le squadre di vertice. L’unica a soccombere è stata la Grissin Bon Reggio Emilia, sconfitta nettamente (99-79) al Forum di Assago da un’Olimpia Milano che – nonostante il primo posto ormai acquisito – ci teneva a non sfigurare dinanzi al proprio pubblico. E poi Repesa aveva bisogno di indicazioni importanti in vista della post-season: le ha avute soprattutto da Raduljica (20 punti). Coach Menetti considerava la trasferta milanese un banco di prova in chiave playoff: gli infortuni di Cervi e Reynolds possono rappresentare una parziale giustificazione, ma servirà un’altra Reggiana.

Venezia e Avellino svolgono al meglio il loro compito. La Reyer regola al PalaTaliercio la Openjobmetis Varese di Attilio Caja (87-81) nonostante le assenze di Hagins e Batista. I lombardi lottano tenacemente e a cavallo dei due quarti centrali sorpassano i padroni di casa. Venezia ritrova smalto negli ultimi 10′ con Filloy e Ejim e controsorpassa definitivamene Varese, che deve arrendersi.

La Sidigas espugna Capo d’Orlando e continua a tenere il fiato sul collo degli uomini di De Raffaele, distanti solo due punti. Gara molto equilibrata per oltre mezz’ora, ma nell’ultimo quarto gli irpini accelerano e vanno a prendersi la vittoria: finisce 68-76 al PalaFantozzi.

Vittorie molto importanti in chiave playoff per Sassari e Trento: gli uomini di Pasquini tornano vittoriosi dalla trasferta torinese contro la Fiat (79-87), l’Aquila strapazza la Germani Brescia al PalaTrento (99-59) e festeggia la terza qualificazione consecutiva alla post-season. Vince anche Caserta, che accantona così un brutto girone di ritorno: al PalaMaggiò l’Enel Brindisi cede 86-82.

In coda tutto di nuovo in discussione. Pesaro cade a Pistoia 87-83 e la Vanoli ne approfitta mandando ko la Pallacanestro Cantù 93-82. Il ritardo dei ragazzi di coach Lepore è ora di sole due lunghezze: in caso di arrivo a pari punti, a salvarsi sarebbe la Vanoli per via degli scontri diretti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi