Serie A, mercato: Brindisi ingaggia Carter Jr, a Trento arriva il play Aaron Craft




brindisi carter Continua a mostrarsi molto attiva l’Enel Brindisi, che comunica di aver ingaggiato l’ala grande/pivot  Robert Lawrence Carter Jr, molto ambito anche da formazione NBA come Washington e Chicago, attratte dalle qualità del giocatore. Robert Lawrence Carter Jr proviene infatti dal college di Maryland, dove nell’ultima stagione ha collezionato 37 presenze registrando 12.6 punti (tirando con il 63% da 2, il 36% da 3 e il 74% ai liberi), 6.9 rimbalzi, 1.9 assist e 1.2 stoppate di media a partita.

Alto 206 cm, 114 kg di peso, il 22enne di Thomasville (Georgia) è stato protagonista nella cavalcata del suo college verso le “Sweet 16”, ovvero le squadre che superano il primo weekend nel torneo NCAA. Carter è stato anche menzionato come All Big Tene Selection.

Nel corso del Draft, Carter ha respinto le proposte dei Nuggets e degli Hawks (volevano acquistarlo per poi girarlo all’estero, ndr): ha successivamente partecipato alla Summer League con i Golden State Warriors, dove è sceso in campo in media 11 minuti a partita.

“Carter è un giocatore che seguivamo da tempo, avendoci colpito per le ottime potenzialità e i buoni margini di crescita – ha detto Meo Sacchetti, coach dell’Enel Brindisi – Ha le caratteristiche giuste per adattarsi al nostro stile di gioco, non essendo un lungo statico e tradizionale bensì piuttosto moderno dalla doppia dimensione. E’ giovane ma pensiamo possa darci una mano sin da subito”.

Colpo ‘a stelle e strisce’ anche per l’Aquila Trento: preso Aaron Craft, playmaker statunitense, classe 1991, 188 cm per 85 kg. Craft ha giocato le ultime due stagioni in D-League con la maglia dei Santa Cruz Warriors, vincendo il campionato nel 2015 e ottenendo anche il premio di miglior difensore dell’anno.

Molto felice del suo ingaggio il coach trentino, Maurizio Buscaglia: “Si tratta di una point guard molto aggressiva, che ci porterà in dote grande pericolosità in transizione, perché sa attaccare il ferro, ha un ottimo palleggio arresto e tiro e sa essere verticale tenendo nel contempo benissimo i contatti – spiega Buscaglia – A difesa schierata ha notevoli capacità di giocare il pick and roll, di leggere il gioco e coinvolgere i compagni grazie a spiccate doti da facilitatore. E’ quindi perfetto per la squadra che abbiamo costruito, basata su un’idea di grande condivisione delle responsabilità offensive oltre che difensive“.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi