Serie A, Milano ancora ko: al Forum show dell’Aquila Trento (76-98). Cremona passa a Pesaro

milano trento 14 mesi: tanto era passato dall’ultima sconfitta interna dell’Olimpia Milano. Da quel 31 gennaio 2016, l’EA7 aveva infilato 17 vittorie consecutive al Forum di Assago. Prima di ieri sera.

Ci voleva l’Aquila Trento di coach Buscaglia per espugnare il fortino dei campioni d’Italia (al secondo ko di fila dopo la battuta d’arresto a Pistoia): i trentini si sono imposti 76-98 con una prova di grandissimo spessore, che legittima le proprie ambizioni di secondo posto. La Dolomitica, infatti, ha agganciato Avellino ed è ormai a soli due punti dalla vicecapolista Venezia, in attesa del posticipo di stasera tra la Reyer e la Sidigas: il roboante successo a Milano la rende mentalmente la più forte in questa volata finale di regular season.

Da sottolineare come l’Aquila Trento sia riuscita nella grande impresa pur avendo perso strada facendo due dei suoi elementi di punta, Baldi Rossi e Marble, usciti entrambi per infortunio. Milano si è presentata alla sfida con tante assenze nel settore esterni e in corso d’opera deve fare anche a meno di Sanders per un guaio al ginocchio sinistro.

Nonostante tutto, l’Olimpia nel secondo quarto dà l’impressione di poter scappare, portandosi sul +7. Ma è solo una mera illusione: Trento piazza un parzialone di 23-5 e vola all’intervallo già sul +9. Nella ripresa la reazione milanese non c’è, e Trento continua a perforare la retroguardia biancorossa nonostante gli infortuni di Baldi Rossi e Marble. La Dolomiti gestisce il match con l’autorevolezza della grande squadra e nel finale dilaga, toccando il +28 e chiudendo avanti di 22 punti.

Lo scontro playoff se lo aggiudica la Grissin Bon Reggio Emilia, che vince 59-62 a Capo d’Orlando, mentre la Dinamo Sassari si impone di misura sull’Enel Brindisi (79-78). Sempre più giù la Pasta Reggia Caserta: a Brescia passa la Germani 64-62. Dopo l’exploit contro Milano, Pistoia passa anche a Torino (91-95), mentre Varese trionfa nel derby con Cantù (72-85). Cremona espugna il parquet della Consultinvest Pesaro (63-73), la aggancia in classifica a quota 14 e riapre il discorso salvezza.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi