Serie A, tornei amichevoli: successi per Pistoia e Avellino




pistoia avellino torneiLa The Flexx Pistoia si aggiudica il trofeo “Lovari” battendo in finale Pesaro 70-64. In questi due match il team allenato da coach Esposito ha mostrato evidenti progressi: la formazione biancorossa sta lavorando bene per superare quei problemi emersi nelle primissime uscite.

Non ha affatto demeritato la Vuelle Pesaro, che darà filo da torcere a molte squadre in questa stagione. Bravo coach Bucchi nel mettere sul parquet una formazione attenta e determinata: sugli scudi Jones, Thornton e Nnoko, che hanno creato non pochi grattacapi alla Pistoia Basket.

A spuntarla, però, sono stati i toscani, trascinati da Hawkins e Petteway: già alla fine del primo tempo Pistoia riusciva a distanziare i pesaresi 52-46, dopo aver brillantemente recuperato uno svantaggio di sette punti.

Nella seconda frazione è l’equilibrio a farla da padrone: la situazione di pareggio è interrotta solo dalla tripla di Hawkins. Bucchi ci prova con un timeout, ma Pistoia la risolve definitivamente guadagnandosi canestro e fallo. Finisce 70-64, ma entrambi gli allenatori possono dirsi soddisfatti.

Il trofeo “Vito Lepore” parla invece campano: è la Sidigas Avellino, infatti, a vincere la manifestazione. Niente da fare per il Basket Agropoli, sconfitto 81-51. Gli avellinesi, spinti dal pubblico del PalaDelMauro, si aggiudicano così la 24esima edizione del trofeo, ma va detto che partivano largamente favoriti. Anzi, va dato merito al roster di Agropoli per essersi districato piuttosto bene contro un team non solo di categoria superiore, ma anche tra le papabili per arrivare in fondo nelle serie playoff. Un test di lusso, insomma, che ha visto spiccare in particolare la guardia classe 1994, Mirco Turel, autore di 16 punti.

Per la Sidigas, buone performance di Cusin (16 punti), Ragland (15) e Thomas (14), tutti già in forma campionato. Coach Sacripanti sa che dovrà ancora lavorare per riuscire a plasmare nel migliore dei modi la sua Avellino, ma le risposte ricevute da alcuni uomini chiave sono state senza dubbio all’altezza.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi