Serie A, Venezia batte Brescia (68-61) e insegue Milano. Trento e Varese ok

venezia brescia




L’Olimpia Milano vince il derby contro la Red October Cantù e mantiene il primo posto in classifica, ma la Reyer Venezia non molla e resta a due punti di distanza. Nel big match di giornata, i lagunari sconfiggono la Germani Brescia al PalaTaliercio (68-61) e ipotecano il secondo posto: con questo successo, infatti, i punti di vantaggio nei confronti della Leonessa sono diventati 4.

A quattro giornate dal termine della regular season sembra essere un divario rassicurante per gli uomini di De Raffaele, che possono provare anche ad insidiare la leadership dell’EA7.

La gara tra l’Umana e la Germani ha visto il dominio di Venezia per lunghi tratti, fino alla rimonta bresciana dell’ultimo periodo che ha messo qualche preoccupazione ai padroni di casa. Brescia ha retto l’urto nella prima metà della sfida, ma all’inizio del terzo quarto gli uomini di Diana sembravano sul punto di capitolare rovinosamente: l’accelerata della Reyer aveva permesso ai locali di portarsi addirittura sul +20.

Tuttavia, nell’ultimo quarto la Leonessa ha una veemente reazione d’orgoglio, nonostante l’infortunio di Hunt che è costretto ad abbandonare la contesa. Moore guida la risalita degli ospiti, che riescono a riportarsi a soli 5 punti dall’Umana. Ma lo sforzo è notevole, e Venezia sa quando assestare il colpo del ko: ci pensano Peric e Biligha a ricacciare indietro la Germani, che alla fine non può fare altro che arrendersi.

Vince facile la Sidigas Avellino, che al PalaDelMauro batte senza problemi la Vuelle Pesaro (103-81). Il mattatore della serata è il solito Rich (31 punti), mentre ai marchigiani servono a poco i 24 punti di Clarke e i 22 di Mika. Bel colpo per la Dolomiti Trento, che vince sul parquet della Vanoli Cremona (89-96) e fa un passo avanti decisivo in chiave playoff. Successi importanti in ottica post-season anche per Varese (80-73 contro Reggio Emilia) e Sassari, che passa a Pistoia (69-80). Nel posticipo serale, vittoria pesantissima della Betaland Capo d’Orlando: 74-75 al Palapentassuglia di Brindisi (27 punti di Knox), i siciliani agganciano Pesaro e sono di nuovo avanti per la differenza canestri negli scontri diretti.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi