Settebello Brescia, vince anche a Bologna! Fiat Torino sempre più su

brescia bologna torino




Non può essere più considerato un caso. La Germani Brescia vince anche all’Unipol Arena e mantiene saldamente il primo posto in classifica. La marcia della capolista continua senza freni: sette vittorie in sette gare, uno stato di forma smagliante e una convinzione nei propri mezzi che cresce sempre più.

Il capolavoro bresciano, magistralmente realizzato da Andrea Diana, si manifesta anche sul parquet della Virtus Bologna, che deve cedere 74-76 di fronte ad una straordinaria Leonessa. Stavolta è Luca Vitali a mettere dentro il canestro del trionfo: il 31enne trova la retina a soli 3 secondi dalla sirena, dopo una partita dalle fortissime emozioni.

All’intervallo la Germani conduceva 41-45, con Hunt miglior marcatore (13 punti), ma nel secondo tempo le “V nere” rientravano in campo con maggiore determinazione, riuscendo subito a passare in vantaggio grazie ad un buon Aradori (15 punti complessivi). La Virtus vola addirittura sul +10, prima di essere ripresa da un super Landry. Il testa a testa prosegue fino agli ultimi secondi, quando Slaughter trova il canestro del 74 pari a soli sei secondi dal termine. Diana chiama timeout. Sembra tutto pronto per un appassionante supplementare, ma Luca Vitali si inventa un canestro eccezionale e fa esplodere la panchina bresciana. Bologna, che ha ancora un timeout, ha un’ultima possibilità, ma Slaughter non fa il miracolo: esulta Brescia, sempre più straordinaria capolista.

All’inseguimento dell’incredibile Leonessa c’è un terzetto composto dall’Olimpia Milano, vincente a Trento, dalla Reyer Venezia, che ha espugnato Cantù, e da un ottima Fiat Torino, capace di superare davanti al proprio pubblico anche la Vanoli Cremona (88-80). A trascinare l’Auxilium i 21 punti di Mbakwe e un bel secondo tempo di Vujavic (17 punti). Subito dietro, a quota 10, c’è la Sidigas Avellino, che ha battuto a fatica l’Openjobmetis Varese al PalaDelMauro (65-61). Seconda vittoria stagionale per la Vuelle Pesaro, che sconfigge Brindisi 80-75, mentre una brutta Sassari va ko al Palaserradimigni: un grande Edwards (24 punti) manda in visibilio Capo d’Orlando, che si impone 88-81.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi