Siena, la Fip revoca scudetti e coppe alla Mens Sana




siena scudetti mens sanaDue scudetti (2012 e 2013), due Coppe Italia (2012 e 2013) e la Supercoppa 2013. Sono tutti i trofei revocati alla Mens Sana Siena per decisione del tribunale federale della Federbasket. La deposizione delle motivazioni – “per la particolare complessità della controversia”, ndr – avverrà entro 10 giorni.

Il tutto in seguito al deferimento per frode sportiva di sei dirigenti della storica società senese, dichiarata fallita nel 2014. Ieri, oltre alla sentenza sulla revoca dei trofei, sono infatti arrivate anche le condanne personali: radiazione per Ferdinando Minucci (già g.m., vicepresidente e presidente), Olga Finetti (segretario generale) e Paola Serpi (vicepresidente), con conseguente divieto di partecipare, sotto qualsiasi veste o qualifica a qualunque attività federale o sociale nell’ambito della Federazione Italiana Pallacanestro; tre anni di inibizione per i dirigenti Cesare Lazzeroni e Luca Anselmi, fino all’ 8 ottobre 2019; nove mesi per il d.s. Jacopo Menghetti, fino all’8 luglio 2017 (non gli è stata contestata la frode sportiva, la richiesta iniziale era di cinque anni).

L’inchiesta “Time Out” portata avanti dalla Procura della Repubblica ha fatto emergere reati come l’evasione e la falsificazione dei bilanci della Mens Sana, attraverso l’interposizione della società Essedue. L’accusa è di ricettazione, associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale e bancarotta fraudolenta. Le difese non restano a guardare, e insistono sulla mancanza del nesso causale tra detti reati e il vantaggio sportivo. Gli avvocati di Minucci hanno già annunciato il relativo ricorso alla Corte Federale, e non è da escludere un ulteriore passaggio al Collegio di Garanzia del Coni.

E adesso a chi andranno gli scudetti revocati? Probabilmente a nessuno, perchè nel basket ci sono i playoff che dividono la stagione in due fasi (‘regular season’ e ‘postseason’). Ma sono già emerse voci contrarie alla “non riassegnazione”: è facile immaginare come le avversarie sconfitte da Siena in quelle due finali scudetto (Milano nel 2012 e Roma nel 2013), così come quelle battute nelle finali di Coppa Italia (Cantù nel 2012 e Varese nel 2013) e nella Supercoppa 2013 (ancora Varese), tenteranno di far valere le loro ragioni per ottenere i trofei revocati alla società senese.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi