Stranieri, scontro Petrucci-Lega: “Proposte assurde, intervenga Malagò”

petrucci lega stranieri




Una proposta “assurda”. Non ha usato giri di parole il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro (FIP), Gianni Petrucci, per commentare quanto presentato dalla Lega di Serie A in merito all’utilizzo dei giocatori stranieri.

Il presidente Petrucci è convinto che nel campionato debbano esserci più giocatori italiani, riducendo il flusso di atleti di altre nazionalità. Ma la proposta della Lega di Serie A non sembra andare in questa direzione.

“Abbiamo ricevuto dalla Lega di Serie A una proposta assurda che prevederebbe l’utilizzo di 12 giocatori stranieri su 12 iscrivibili a referto pagando una tassa – ha detto Petrucci durante il Consiglio Nazionale del CONI – Sembra che questo sia l’unico problema da affrontare, ma non è così. Noi non possiamo e non vogliamo violare le leggi ma ci piacerebbe che gli stranieri, al contrario, diminuiscano”.

Un problema molto serio per Petrucci, che ha richiesto un celere intervento da parte di Malagò. “Il presidente del Coni ha il diritto-dovere di tutelare l’attività degli atleti italiani – le parole di Petrucci riportate dal quotidiano ‘La Repubblica’ – È un intervento politico necessario che deve arrivare subito, con il carisma e l’abilità che caratterizzano l’operato di Malagò”.

Il presidente della FIP ha fatto presente anche il problema della capienza degli impianti, ricordando come lo scorso marzo fu approvata una delibera esecutiva che prevedeva l’utilizzo di impianti da 5000 spettatori nei playoff del campionato di Serie A 2018 e poi fin dall’inizio della stagione 2018-19. “Al momento – spiega Petrucci – sembra che solo per uno/due palazzetti ci siano i progetti di ampliamento”.

BRESCIA VOLA, SCARIOLO: “GODETEVI IL MOMENTO” 

“Non fa bene parlare di scudetto: Brescia deve godersi questo meraviglioso momento e consolidare il più possibile questa realtà”. Parola di Sergio Scariolo, commissario tecnico della nazionale iberica e bresciano doc. “Non so fino a che punto possa arrivare la favola di Brescia. Certo è che poggia sulle delle basi solide e ci sono le giuste competenze sia a livello tecnico che societario”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi