E’ subito Olimpia: Venezia si arrende (82-77), la Supercoppa resta a Milano

supercoppa milano venezia




Bastano una sola sera e il primo trofeo per spazzare via dubbi, ansie e preoccupazioni? Probabilmente no, o quantomeno c’è ancora da aspettare per capire se Milano può davvero puntare agli obiettivi che si è posta. Tuttavia, se come primo passo vengono sconfitti i campioni d’Italia, vuol dire che la strada è quella giusta.

Una bella soddisfazione per coach Pianigiani, che torna subito a vincere allontanando le perplessità sul suo conto. L’EA7 vince nuovamente la Supercoppa (82-77), esattamente come un anno fa: mattatore della serata, manco a dirlo, Jordan Theodore, che viene giustamente votato come MVP del torneo.

Con un Goudelock ‘intontito’ dalla febbre ma capace comunque di risultare decisivo nel finale e un’altra bella prova del centro lituano Gudaitis, l’Olimpia è sempre più convinta di aver allestito un roster di grande qualità, con le pedine giuste al posto giusto. Un’impressione evidente già nel primo quarto, con i biancorossi avanti 26-17.

Venezia si sveglia nel secondo, dove infila un parzialone di 12-1 grazie alle triple di Bramos. All’intervallo l’Olimpia è avanti di un solo punto (40-39), anche se Theodore ha già toccato quota 17.

E’ proprio il 28enne di Englewood a trascinare Milano anche nella ripresa, mentre dall’altra parte la Reyer trovava punti pesanti nello splendido Bramos. Venezia resta attaccata al match fino alla fine, tanto che Jenkins segnava l’ennesimo canestro del -3 a soli 13 secondi dalla fine. Ma dalla lunetta Goudelock, autore di un grande ultimo quarto, decretava il successo milanese.

Parla di approccio alla gara “quasi perfetto” Simone Pianigiani, che nel post gara fa i complimenti ai suoi ragazzi. “Siamo stati bravi a superare Venezia nonostante Goudelock con la febbre e l’infortunio di Cusin – ha aggiunto Pianigiani – E’ un bel segnale di desiderio e forza mentale della mia squadra”.

In casa Venezia c’è delusione, ma coach De Raffaele si dice soddisfatto della prova dei suoi. “Abbiamo risposto sempre colpo su colpo nonostante avessimo di fronte una squadra da Eurolega”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi