Supercoppa, sarà Olimpia Milano-Reyer Venezia la finalissima a Forlì




La Reyer Venezia supera Sassari in finale, mentre Milano mette in vetrina uno splendido Goudelock e sconfigge Trento.

Saranno Olimpia Milano e Reyer Venezia a contendersi la Supercoppa Italiana dopo essere uscite vincitrici dai rispettivi confronti contro Trento e Sassari. La Reyer fa il suo esordio nelle gare ufficiali, vincendo per 86-79 contro una Dinamo a corrente alternata. Gara in perfetto equilibrio nei primi due quarti, poi i lagunari prendono il largo nella ripresa, conquistando il prezioso successo.

Decisivo il contributo offerto da Peric e Bramos, mentre ottimo è stato anche l’apporto di De Nicolao soprattutto nella prima parte del match. Ma Venezia brilla in generale, anche per la prestazione collettiva con ben 4 uomini in doppia cifra. Tra i sardi, brillano la stella di Achille Polonara, già in grandi condizioni di forma e la straripante forza di Shawn Jones sotto le plance. E’ proprio l’americano a griffare il 13-3 con il quale, la squadra di Pasquini mette la testa avanti nei primissimi minuti. Il vantaggio della Dinamo si rivelerà solo un fuoco di paglia. Nel secondo quarto, la Reyer Venezia piazza un parziale di 20-2 che ribalta la contesa e da li in poi, i sardi saranno costretti a rincorrere vanamente i lagunari, bravi a stringere le maglie in difesa, difendendo a denti stretti il cospicuo vantaggio.

Olimpia Milano-Trento 74-65

Nell’altra sfida, l‘Olimpia supera Trento con il punteggio di 74-65. Tra le Scarpette Rosse, subito in evidenza la condizione straripante di Goudelock, che mette a referto 24 punti e si rivela già un fattore decisivo per il sodalizio milanese. Prima parte di gara caratterizzata dal basso punteggio e dalla prevalenza delle difese sui rispettivi attacchi.

Goudelock, nei primi 20 minuti, mette a referto 17 dei suoi 24 punti, trascinando l’Olimpia Milano al successo, tirando con il 70% di media. Milano chiude avanti di 12 la prima frazione, un vantaggio che la squadra di Pianigiani conserva senza mai dare la sensazione di patire le velleità di rimonta di Trento. I cambi operati da Buscaglia non cambiano il leit motiv dell’incontro, anzi è Bertans che colpendo ripetutamente dall’arco, ricaccia indietro ogni possibile velleità di rimonta trentina. Finisce con Milano avanti di nove punti. Stasera, all’Unieuro Arena di Forli, Milano e Venezia si contenderanno il trofeo. Sarà solo l’antipasto di un testa a testa che caratterizzerà l’intera stagione.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi