Trento, continua il momento no. Buscaglia e Gomes: “Dobbiamo migliorare in difesa”

trento buscaglia gomes




Le prime giornate del campionato di Serie A di basket maschile stanno sostanzialmente rispettando quelli che erano i pronostici della vigilia. La Reyer Venezia, forte del tricolore sul petto, è scesa in campo con grande autorità in tutti e quattro i match: il punteggio pieno non è affatto casuale.

La più grande antagonista, l’Olimpia Milano, ha fatto ampiamente il suo dovere, riuscendo dopo 4 partite ad issarsi in testa a 8 punti in coabitazione con i campioni d’Italia. Certo, in Eurolega è cominciata così com’era finita (2 sconfitte) ma l’impressione è che Pianigiani stia dando un’identità ben precisa ai biancorossi.

Ad inseguire il duo di testa – che potrebbe diventare un terzetto in caso di vittoria della Germani – ci sono altre pretendenti alla parte alta della classifica: su tutte la Sidigas Avellino di coach Sacripanti e soprattutto la Virtus Bologna di coach Ramagli, che non poteva recitare il semplice ruolo di neopromossa.

L’unica formazione che sta davvero deludendo è l’Aquila Trento di Maurizio Buscaglia. Dopo la scintillante stagione passata, conclusasi con la sconfitta in finale scudetto contro l’Umana, ci si attendeva una conferma da parte della Dolomiti. Che invece in queste prime gare sta faticando non poco: anche ieri brutta sconfitta a Cantù (88-80), la terza in quattro gare.

Per coach Buscaglia ci sono dei passi in avanti, ma al tempo stesso c’è ancora tanto da lavorare. Specialmente in difesa: ” Nell’uno contro uno abbiamo sofferto troppo. Abbiamo sbagliato atteggiamento, senza avere la consistenza necessaria – ha detto Buscaglia al “Trentino” – Non abbiamo mai messo le mani addosso e gli abbiamo aspettati troppo, senza mai anticipare le linee”.

Un concetto condiviso anche dal miglior realizzatore della Dolomiti, Beto Gomes, che ha messo a referto 15 punti. “Non si possono vincere le partite senza difesa – ha precisato l’ala portoghese – Dobbiamo essere più concentrati per tutta la partita per quanto riguarda il lavoro nella nostra metà campo”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi