Trento imbriglia l’Olimpia Milano e passa al Forum di Assago

L’Olimpia Milano cede in casa ad una squadra trentina pressochè perfetta nelle rotazioni difensive, che ha concesso solo 66 punti alle Scarpette Rosse.

Ancora una volta l’Olimpia Milano dovrà rincorrere l’avversaria di turno nei playoff scudetto, dopo avere perso la prima sfida della serie contro la Dolomiti Energia Trento. Una prestazione davvero sottotono (e non è la prima in questa stagione) per gli uomini di Repesa che partono bene ma poi finiscono nella morsa stretta delle maglie trentine. Una cattiva gestione del pallone e la solita sfilza di tiri dall’arco sparacchiati a caso hanno determinato la cocente sconfitta contro la squadra di Buscaglia che si è imposta per 76-66 con un finale in crescendo.

Dominio assoluto per gli ospiti sotto le plance e rotazioni difensive al limite della perfezione sono i due elementi chiave che hanno determinato il successo di Trento. Il solo Tarczewski, tra le Scarpette Rosse, è sembrato avere le idee chiare sia sotto le plance che al tiro, mentre la solita regìa a corrente alternata di Hickman ha reso poco fluido il gioco per i padroni di casa. Imbarazzante, nel terzo quarto, il modo con cui l’Olimpia Milano ha gettato alle ortiche palloni su palloni, segnando solo quattro punti nei primi sei minuti.

Trento, invece, spinta da un Hogue granitico sotto i tabelloni, sbaglia poco o nulla, costringendo Milano a dovere fare gli straordinari per arrivare alla conclusione. Polemiche per alcune decisioni arbitrali che pubblico e giocatori milanesi non hanno condiviso. Un neo che non macchia la prestazione sontuosa della Dolomiti Energia che adesso sogna il bis tra due giorni per avvicinare il sogno di eliminare i campioni in carica.

Anche nella serie contro Capo d’Orlando, Milano fu costretta ad inseguire perdendo la prima sfida in casa. Ma la sensazione è che, questa volta, non sarà facile riuscire a rimettere in piedi la situazione. La solidità difensiva che Trento ha messo in mostra per tutta la stagione è ormai un marchio di fabbrica per la squadra di Buscaglia. Aver concesso solo 66 punti ad una squadra come Milano, rafforzerà ancor di più la convinzione nei propri mezzi. Ci sarà, comunque, da divertirsi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi