Trento-Milano, Repesa: “Fuori casa giochiamo meglio, i fischi del Forum ci fanno male”




trento milano repesa Mai dare Milano per spacciata, anche quando sembra sul punto di crollare. Quando hai un roster di grande esperienza e di elevato tasso tecnico, ogni impresa è possibile. Anche rimontare una serie che sembrava ormai compromessa, dopo lo 0-2 rifilato da Trento nelle prime due gare al Forum.

Invece l’Olimpia ha dimostrato ancora una volta che quando comincia a giocare seriamente non ce n’è per nessuno. Almeno in Italia. Ieri sera il dominio dei biancorossi al PalaTrento è stato netto: 66-87, nonostante le assenze di Simon e Raduljica. Repesa si è affidato al nucleo italiano, e ha ottenuto le risposte che cercava: grande partita di Pascolo e Cinciarini, con Hickman che ha fatto malissimo alla difesa trentina. Serie riaperta, quindi, e gara 4 tutta da vivere: si riparte mercoledì, alle ore 20:45, sempre al PalaTrento.

Ma come è stato possibile vedere un’Olimpia completamente diversa a distanza di pochissimi giorni? Senza dubbio i meriti sono anche di coach Repesa, che è riuscito a far riattaccare la spina ad un team che pareva caotico e spaesato, e che aveva dovuto incassare i sonori fischi del Forum al termine di gara 2. Proprio da questo punto di vista, Repesa individua una delle cause degli ormai noti “blackout” della sua squadra: l’ansia di giocare davanti al proprio pubblico, spesso molto esigente. Non a caso, quella di ieri è stata la terza vittoria esterna su tre gare giocate lontano da casa in questi playoff.

“Fuori casa siamo un’altra squadra – ha detto il coach croato – i ragazzi subiscono molto se vengono fischiati. Anche in Eurolega abbiamo disputato le nostre migliori partite fuori casa. Vorrei che i ragazzi venissero supportati fino all’ultimo minuto: se vogliono fischiare, fischino me”.

Nel post gara ha parlato anche il grande ex di questa sfida, Davide Pascolo, tra i protagonisti della riscossa milanese: “Ho fatto una buona partita e sono felice – ha detto Pascolo – ma dobbiamo pensare fin da subito a gara 4”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi