Venezia batte Sassari (82-80): De Raffaele a -4 dalla vetta. Super Gentile trascina Bologna

venezia sassari




Brescia si ferma e le inseguitrici ne approfittano. I risultati del “Basket Day” hanno provveduto ad accorciare i distacchi in vetta alla classifica del campionato di Serie A di basket maschile. La supersfida delle ore 12 è andata all’Olimpia Milano, brava a piazzare i colpi decisivi negli ultimi minuti e ad abbattere così la tenace resistenza della Leonessa, che nell’ultimo quarto aveva anche pensato al clamoroso blitz.

Il team di coach Diana resta comunque davanti a tutti, in solitaria, ma con un vantaggio più risicato sulle dirette concorrenti: la truppa di Pianigiani si è riportata a due sole lunghezze, mentre Venezia e Torino a 4. In attesa del posticipo di questa sera tra Avellino e Capo d’Orlando: un eventuale successo degli irpini proietterebbe la Scandone al secondo posto, in coabitazione con l’Olimpia.

Dicevamo dell’Umana. Gli atleti di coach De Raffaele hanno svolto il loro dovere, sconfiggendo una bella Sassari al PalaTaliercio (82-80). Venezia aveva un bisogno impellente dei due punti, dopo un mese di Dicembre non particolarmente positivo. Sassari, nelle ultime 5 sfide in Laguna, era uscita sempre vincitrice: stavolta la spunta la Reyer, anche se all’overtime. Venezia, infatti, dilapida il vantaggio di +7 nel finale ed è costretta ad un supplementare ricco di sorpassi e controsorpassi, fino ai liberi decisivi di Haynes e la palla recuperata da De Nicolao su Bamforth (25 punti).

Trascinata da un Gentile straordinario, la Virtus Bologna sbanca Varese e irrompe in zona playoff. Anche qui c’è voluto un tempo supplementare per dirimere la contesa. Sugli scudi l’ex capitano di Milano, che mette a referto 32 punti e soprattutto diventa decisivo nei minuti finali dell’overtime: prima pareggia, poi infila il canestro del sorpasso e infine piazza la bomba del +5 che stende la Openjobmetis. Finisce 85-90 per le “V nere”, che salgono a quota 12 punti in classifica.

Vittorie casalinghe per Cremona e Cantù, che superano rispettivamente Brindisi (92-83) e Pesaro (92-73).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi