Venezia, che crollo al PalaTaliercio: Reggio Emilia fa l’impresa (66-68)

venezia reggio




Proprio nel giorno in cui la Germani Brescia vede svanire la sua strepitosa imbattibilità, rimediando la prima sconfitta in campionato dopo nove vittorie consecutive, la Reyer Venezia non riesce ad approfittarne. I campioni d’Italia perdono piuttosto clamorosamente al PalaTaliercio contro una rediviva Grissin Bon (66-68), che era giunta in Veneto anche senza Amedeo Della Valle.

Anche coach De Raffaele doveva fare a meno di Jenkins e Bramos, ma quella subita ieri è una battuta d’arresto comunque difficile da digerire. Venezia ha avuto per due volte la possibilità di aggiudicarsi la contesa sul filo di lana: dopo il canestro del sorpasso realizzato da De Vico a 24 secondi dalla sirena, Peric ha fallito due tiri liberi che avrebbero portato la Reyer almeno al supplementare. Sul rimbalzo di Orelik, è ancora il cestista croato a sbagliare il canestro del possibile sorpasso.

Una gara che si è rivelata molto complicata per i padroni di casa fin dal primo tempo, quando Reggio Emilia era riuscita a portarsi anche sul +6. Divario aumentato nel terzo quarto, quando gli uomini di Menetti riuscivano a mettere 7 punti di differenza tra loro e l’Umana. Ma i campioni d’Italia in carica sono duri a morire: Peric e Orelik cominciano ad indovinare le bombe da fuori e la Reyer si ritrova di nuovo avanti (62-60). Testa a testa negli ultimi minuti, fino all’epilogo che regala alla Grissin Bon un successo importantissimo.

Comincia a sentire profumo di playoff la The Flexx Pistoia, che al PalaCarrara supera la Vuelle Pesaro (86-83). Per i marchigiani una sconfitta che brucia: il team di Leka era in vantaggio di 8 punti fino all’inizio dell’ultimo quarto, prima del parzialone di 9-0 di Pistoia che permette alla truppa di Esposito di pareggiare i conti. Ron Moore (23 punti) sale in cattedra e fa impazzire il PalaCarrara con delle triple che sembrano abbattere la Vuelle. Ma Pesaro resiste e torna a -1: nel finale è ancora Moore a servire Bond per il canestro del +3 che fa esultare i padroni di casa.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi