Virtus Bologna, per i playoff serve ancora uno sforzo

bologna playoff




Missione compiuta. La Virtus Bologna è passata sul parquet della The Flexx Pistoia, ottenendo così due punti fondamentali per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato ad inizio stagione, ovvero la qualificazione ai playoff. Prima del match, coach Ramagli aveva richiamato l’attenzione dei suoi uomini per evitare pericolosi cali di concentrazione che a questo punto della stagione potrebbero rivelarsi letali.

Il trainer delle “V nere” aveva ribadito che sarebbe servita una gara molto solida perchè i toscani non avrebbero regalato nulla. “Se avessimo permesso loro di entrare in partita e di giocare in scioltezza sarebbe stato un peccato di presunzione che avremmo pagato – ha detto poi Ramagli nel post-gara, intervistato dal quotidiano “Il Tirreno” – Invece siamo stati cattivi da subito e soprattutto siamo andati bene a rimbalzo contro una delle migliori squadre sotto questo punto di vista”.

Ramagli spiega che la strategia di Pistoia era impedire che i bolognesi riuscissero ad attaccare il ferro con continuità. Ma i virtussini sono riusciti a eludere le tattiche della The Flexx, guadagnando così un successo che permette di guardare con fiducia agli ultimi due match. “Vittoria chiave, visti gli altri risultati? La cosa migliore è guardare solo alla squadra che hai davanti”, ha aggiunto Ramagli. Sì, perchè le inseguitrici non mollano, e per conquistare la post-season ci sono ancora punti pesanti da fare.

A cominciare dalla prossima sfida, che vede la Segafredo di fronte alla Sidigas Avellino, sconfitta in casa dalla Dinamo Sassari. Sarà di certo un PalaDozza infuocato, con il pubblico locale che proverà a spingere gli uomini di Ramagli verso l’obiettivo. La regular season si concluderà a Reggio Emilia, sul parquet di una Grissin Bon che non ha più molto da chiedere a questo campionato. La Virtus Bologna è padrona del proprio destino: ottenere il “pass” per i playoff nel primo anno del ritorno in serie A sarebbe certamente un bel risultato.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi