Virtus Bologna promossa in A1: terzo successo consecutivo nella serie contro Trieste

La Virtus Bologna cala il tris nella serie finale contro Trieste e ottiene la promozione in Serie A1, dopo un anno di purgatorio.

Grazie al colpo esterno in gara 3, la Virtus Bologna torna in serie A1, sconfiggendo Trieste all’Alma Arena con il punteggio di 66-72. Una serie senza storia quella vinta dalla squadra felsinea, che si è imposta in tre gare su tre, vincendo al primo match point dopo avere dominato le prime due gare al PalaDozza. Nonostante l’amarezza, i tifosi locali hanno applaudito la squadra giuliana comunque autrice di una stagione sopra le righe.

Troppo evidente il divario tecnico che la separa dalla Virtus Bologna, dimostratasi superiore in ogni aspetto, fisico, mentale e tecnico. Ancora una volta in evidenza il talento di Umeh (l’MVP della serie) e preziosissimo il contributo offerto da Lawson, Rosselli, Spissu, Gentile e Ndoja. Nonostante l’ampio divario tecnico, Trieste ha provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo per allungare la serie, rimanendo in partita fino ai secondi finali.

Alla fine ha prevalso la solidità e la profondità del roster bolognese, che ha messo il sigillo a questa sfida grazie alla fondamentale tripla messa a segno ad 1’26” dalla sirena da Spissu. Primi due quarti in sostanziale equilibrio, con le due squadre che si superano a vicenda nei parziali. Trieste è costretta a rincorrere Bologna che vola sul +7 in avvio di match. La squadra di Dalmasson serra le fila in difesa e trova i canestri vincenti che consentono il sorpasso sul 19-18 alla fine del primo quarto.

Bologna tenta la fuga anche nel secondo quarto, ma viene ripresa da un Baldasso in giornata di grazia dall’arco, che non sbaglia un colpo. Nella ripresa Trieste scende in campo con le idee chiare e si tuffa su ogni pallone ma Bologna ribatte colpo su colpo senza concedere nulla, e la partita diventa intensa e bellissima. Nell’ultimo quarto, gli ospiti tentano l’allungo con Umeh e volano sul +9 ma ancora una volta, Trieste mette in campo l’orgoglio e trova il controbreak di 9-0 che pareggia i conti a metà periodo. La volata finale si gioca punto a punto, poi la tripla di Spissu e i canestri di Rosselli e Lawson fanno pendere l’ago della bilancia dalla parte di Bologna. I felsinei festeggiano il successo e tornano ai vertici del basket che conta. Da domani si lavorerà per onorare il massimo campionato e tornare a rinverdire i fasti di una piazza storica del basket italiano.

Trieste:Green 19, Baldasso 16, Da Ros e Parks 7
Bologna:Lawson 22, Umeh 15, Spissu 12

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi