Virtus Bologna, Wilson si presenta: “Voglio aiutare il team a centrare i playoff”

jamil wilson bologna




A tre partite dal termine della regular season, la Virtus Bologna sente a portata di mano l’obiettivo prefissato all’inizio di questa stagione, ovvero il raggiungimento dei playoff. Un traguardo tutt’altro che scontato, dato che la Virtus si presentava in questo campionato con i ranghi di neopromossa e sapeva di dover battagliare con avversarie di grandissimo livello. Anche per questo, la società bolognese ha messo a disposizione di coach Ramagli un roster di indubbia qualità, dove spiccano elementi come Alessandro Gentile e Pietro Aradori.

Tuttavia, per assicurarsi la post-season i virtussini hanno bisogno ancora di punti. A cominciare dal match di domenica 29, alle ore 18, sul parquet della The Flexx Pistoia. I toscani sono praticamente salvi, ma di certo non regaleranno nulla agli uomini di Ramagli. Servirà una prova gagliarda.

In campo ci sarà anche l’ultimo arrivato, Jamil Wilson. Il 27enne è una vecchia conoscenza del campionato italiano, dato che ha già indossato la casacca di Torino nella passata stagione. Nativo di Milwaukee, Jamil Wilson è un’ala piccola di 201 cm per 104 kg. Quest’anno ha disputato 15 gare in NBA con i Los Angeles Clippers, totalizzando 7 punti e 2.1 rimbalzi in 18.3 minuti di utilizzo.

Il direttore sportivo della Virtus Bologna, Valeriano d’Orta, ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’ingaggio di Wilson. “E’ un giocatore con la giusta personalità – ha detto al Resto del Carlino – è un atleta con qualità cestistiche di alto livello, ma anche un ragazzo semplice che si è subito confermato molto disponibile”.

L’ala piccola vuole subito dare il suo contributo per permettere al team di centrare i playoff. “Dovremo ragionare di partita in partita – ha detto Wilson – Le mie caratteristiche? Sono versatile, posso giocare in diversi ruoli, ho buon tiro e attacco uno contro uno, ma anche in difesa faccio la mia parte, su tutti i ruoli. Mi è capitato di giocare anche da playmaker, faccio tutto quello che occorre”.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi