Boston all’ultimo respiro, beffata Denver (110-111). Antetokoumpo spinge i Bucks

denver boston




Coach Stevens può tirare un sospiro di sollievo. Anzi, visto come è maturato il successo di ieri sera si può parlare di respirone. Sì, perchè Boston ha rischiato grossissimo in casa dei Denver Nuggets, riuscendo a vincere (110-111) per un millesimo di secondo: il canestro di Torrey Craig, infatti, è arrivato un attimo dopo che la sirena aveva già decretato la fine delle ostilità.

Una vera e propria beffa per i padroni di casa, che erano arrivati ad un passo dall’impresa straordinaria dopo aver rimontato 20 punti ad una delle squadre più forti dell’intera Lega. I Celtics, ancora una volta, dimostrano di non essere nelle loro migliori condizioni: il secondo tempo dei “verdi” del Massachusetts è davvero inguardabile, e solo il cronometro impedisce a coach Stevens di incassare la sesta sconfitta nelle ultime 7 gare.

Boston può ringraziare la sirena, come detto, ma anche uno splendido Kyrie Irving. L’ex Cleveland ha messo a referto 27 punti, di cui 10 nel tiratissimo ultimo quarto. A dargli man forte un Jayson Tatum tornano finalmente ai livelli di Dicembre (20 punti) e il solito Al Horford, che fornisce sempre un contributo più che prezioso alla causa di Boston.

Denver ha capito troppo tardi che questi Celtics si potevano battere. I padroni di casa hanno praticamente regalato un tempo agli avversari, salvo poi svegliarsi nella ripresa e tentare una strepitosa rimonta guidata soprattutto da Jokic (24 punti). I Nuggets, dopo una lunga rincorsa, sono riusciti ad impattare a 43 secondi dalla fine con Murray. Ne è seguito un finale “thriller”, con i Celtics avanti di uno, Irving che fallisce il tiro e Barton che prova l’ultimo assalto. La correzione di Craig va nel canestro, ma è un filo in ritardo.

Quarta W di fila per Milwaukee, che batte i Sixers (107-95) con uno scatenato Giannis Antetokounmpo: 31 punti, 18 rimbalzi e 6 assist per il gioiello di casa. Philadelphia giunge nel Wisconsin senza Embiid e incassa la seconda sconfitta consecutiva: inutili i 19 punti di Saric e i 16 di Simmons.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi