Boston inarrestabile: piegati anche i Suns (116-111). Ciclone LeBron sui Grizzlies

boston suns lebron




Boston vince anche quando non convince, e questo è senz’altro un segnale importante. Ieri sera non abbiamo ammirato i soliti Celtics, ma la truppa di coach Stevens ha ottenuto comunque quello che voleva: il successo contro Phoenix (116-111) è il quarto nelle ultime cinque gare e consolida la franchigia del Massachusetts in testa alla Eastern Conference.

I Suns non possono rimproverarsi nulla. Nonostante questa prima parte di stagione non esattamente memorabile, gli uomini di coach Triano giocano un’ottima partita al TD Garden, mettendo paura alla squadra più in forma di tutta l’NBA. A trascinare Phoenix è soprattutto Booker, che con i suoi 38 punti e 5 assist tiene in vita i Suns fino agli ultimi minuti. E’ proprio nel finale che svanisce per Phoenix il sogno del “colpo grosso”: il parzialone di 16-4 aveva fatto clamorosamente rientrare in partita gli ospiti, risaliti fino al -3. Ma nel momento decisivo i colpi “mortali” li ha inflitti Boston: prima Kyrie Irving, poi Tatum e infine i tiri liberi di Smart spengono ogni speranza dei Suns.

I Celtics dominano a Est, ma occhio al rientro sempre più veemente di Cleveland. Ieri i vicecampioni in carica hanno faticato più del dovuto per avere ragione dei Memphis Grizzlies, che venivano da 10 ko di fila: a spingere i Cavs verso l’undicesimo successo consecutivo è uno strepitoso LeBron James, che ormai non fa nemmeno più notizia. “King” James mette a referto 34 punti e 12 assist nel 116-111 che permette ai Cavaliers di occupare il secondo posto nella Eastern Conference. Ai Grizzlies, dopo il licenziamento di Fizdale, resta una prova d’orgoglio, caratterizzata dai 31 punti di Evans e dai 27 di Gasol.

Philadelphia fa sul serio. Al Wells Fargo Center cade anche Detroit: i Sixers si impongono 108-103 grazie ad uno splendido Joel Embiid. Il camerunense, oltre ad infilare 25 punti e 10 rimbalzi, provoca anche il sesto fallo di Drummond, che deve abbandonare la contesa negli ultimi due minuti: break di Phila targato Covington-Saric e tredicesimo successo per coach Brown.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi