Bulls e Pacers, vittorie playoff. Millsap sugli scudi, Boston ancora ko




bulls pacers playoff Indiana e Chicago vedono i playoff. Le vittorie contro Milwaukee e Philadelphia portano i due team ad un passo dal traguardo, anche se i Miami Heat mantengono ancora una sola gara di ritardo dal duo Bulls-Pacers.

Il team allenato da coach Hoiberg si è presentato alla Wells Fargo Center senza una pedina fondamentale come Rondo, ma con un Jimmy Butler formato “monstre”: 19 punti, 10 rimbalzi e 10 assist, per quella che è la quarta tripla doppia della sua carriera. Ma va detto che l’intera prestazione collettiva dei Bulls è stata di alto livello, davvero da squadra che vuole ritagliarsi un posto nei playoff: molto bene anche Mirotic, che con i suoi 22 punti risulta decisivo nel 90-102 finale che consente a Chicago di espugnare la casa di Philadelphia. Poco e niente per i 76ers, che ormai attendono solo la fine della stagione per programmare già la prossima, dove si spera di recuperare a pieno Simmons e Embiid.

Indiana fa fuori Milwaukee 104-89 e difende con i denti l’ottavo posto a Est dall’attacco di Miami, che non molla. La franchigia di Indianapolis ha trovato le risorse migliori nella verve di George (23 punti) e nell’ottimo secondo tempo di Teague (15 punti e 7 assist). Per i Bucks grande prestazione di Giannis Antetokounmpo – 25 punti, 6 rimbalzi e 6 assist – ma non basta per arginare i Pacers: il team di Jason Kidd mantiene il sesto posto nella Eastern, la post-season non dovrebbe essere in discussione.

Spettatori interessati di Boston – Atlanta erano certamente i giocatori di Cleveland, che dopo essersi riappropriati della leadership a Est nello scontro diretto speravano in un altro stop dei Celtics. Che puntualmente è arrivato: al TD Garden impresa degli Hawks trascinati da un incontenibile Millsap. Il top player di Atlanta infila 26 punti e 12 rimbalzi; dall’altra parte eccellente prova di forza di Isaiah Thomas – 35 punti – che con la tripla a meno di un minuto dalla sirena ridà speranza ai Celtics. Ma ancora Millsap, ben assistito da Hardaway, mette il sigillo sul successo ospite (116-123).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi