Cleveland-Boston, stasera gara 3 alla QLA. Celtics sul 2-0, ma LeBron non molla

cleveland boston




Dentro o fuori. Da questa sera si capirà se Cleveland può realizzare un altro piccolo miracolo o se dovrà cedere il passo alla verve dei Boston Celtics. Dopo le due sconfitte rimediate al TD Garden, la franchigia dell’Ohio non può più sbagliare: la serie, infatti, si sposta alla Quicken Loans Arena, dove i Cavs devono fare bottino pieno nei prossimi due match per non vedere sfumare la quarta finalissima consecutiva.

Va subito detto che l’impresa appare fin da ora molto complicata. Vuoi perchè i Celtics non hanno mai perso una serie nei playoff quando si trovavano avanti 2-0, vuoi perchè Cleveland non ha mai pienamente convinto in questa stagione, praticando anche una rivoluzione nel mercato di riparazione. Se in gara 1 la truppa di coach Stevens era riuscita a neutralizzare completamente LeBron, nel secondo match della serie il “King” ha superato i 40 punti: tuttavia, il suo imponente score non è bastato per impensierire i Celtics. E questo la dice lunga sulla differenza tra i due team.

Su Boston si è detto praticamente tutto. Brad Stevens non ha preso nemmeno un voto per il “Coach of the Year” (i colleghi hanno eletto Dwane Casey, esonerato il giorno dopo dai Toronto Raptors, ndr) ma dimostra partita dopo partita di essere quello che lo meriterebbe di più. L’organizzazione dei verdi del Massachusetts è impressionante, sia a livello difensivo che sotto canestro. Un collettivo che è riuscito a far fronte a infortuni molto pesanti: prima quello di Gordon Hayward, arrivato dagli Utah Jazz, che ha giocato solo 5 minuti prima di farsi male alla tibia sinistra; poi quello di Kyrie Irving, altro “colpaccio” estivo, ai box in seguito all’operazione alla rotula.

A trascinare i Celtics sono stati Rozier, Horford, Brown e uno straordinario Tatum, un rookie che gioca con la saggezza di un veterano. Anche per questa sera i pronostici dicono Boston, ma alla QLA lo scenario non sarà lo stesso delle prime due gare. Diretta alle 2:30 (ora italiana).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi