Cleveland spietata, beffa Toronto (112-113): è 1-0 Cavs. Golden State raddoppia

cleveland toronto




Dopo gara 6 della serie contro Indiana in molti erano già pronti a celebrare il funerale di Cleveland. La franchigia dell’Ohio appariva spenta, senza idee, aggrappata esclusivamente ad un fenomeno come LeBron James. Poi i Cavaliers hanno vinto gara 7 contro i Pacers, con un LBJ monumentale ma con timidi accenni di “esistenza” anche da parte dei compagni di squadra, e si sono così spalancate le porte della semifinale di Conference.

Toronto era convinta di aver raggiunto lo stesso livello dei Cavaliers, se non addirittura di averlo superato. I canadesi hanno dominato la Eastern Conference, e arrivavano a questa nuova sfida contro i Cavs consci di una forza superiore al passato. Ma nel primo match all’Air Canada Centre si sono materializzati gli incubi del 2016 e del 2017, quando Cleveland ha sbattuto fuori dai playoff proprio i Raptors. Dopo una gara dove Toronto è stata perennemente in vantaggio, nell’ultimo quarto i canadesi spengono la luce e permettono il rientro degli ospiti. Ancora una volta LeBron James è l’uomo chiave: un’altra tripla doppia per il “King” (26 punti, 11 rimbalzi e 13 assist), secondo solo a Magic Johnson in questa speciale classifica.

Stavolta, però, coach Lue ha trovato le risorse necessarie anche da Smith (20 punti), Korver (19) e dal resto del roster, compreso Kevin Love, autore di un ottimo finale di gara. Toronto, come detto, è costretta ai supplementari dopo un ultimo quarto “horror”: i Cavs volano sul +6, Lowry rimette i Raptors a -1 ma la tripla di Van Vleet a 3 secondi dalla sirena trova solo il ferro. Finisce 112-113 per Cleveland, che è avanti 1-0 nella serie.

Vince anche Golden State, che si porta sul 2-0 contro i New Orleans Pelicans e fa un grande passo avanti verso la finale di Conference. Steph Curry rientra in campo dopo una lunga assenza e incanta il pubblico della Oracle Arena: 28 punti per lo “Splash Brother”, a cui si aggiungono i 29 di Kevin Durant. NOLA gioca un ottimo match, ma alla fine viene fuori la maggiore qualità dei gialloblu di Oakland: 121-116 per Golden State, la serie si sposta in Louisiana.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi