Curry ai box per due settimane: torna contro i Cavs? Beal (51 punti) distrugge Portland

curry beal portland




Golden State perde Curry per un paio di settimane. L’infortunio alla caviglia costringe lo “Splash Brother” ai box per una quindicina di giorni: potrebbe rientrare per la supersfida di Natale contro i Cleveland Cavaliers. Un’assenza senza dubbio pesante per coach Kerr, che dovrà fare a meno di Steph per almeno 7-8 gare: tuttavia, il roster dei Warriors è talmente ricco e qualitativo da poter sopperire al problema.

Nel frattempo, la serata di ieri ha avuto come assoluto protagonista Bradley Beal: il 24enne ha impressionato il pubblico di Portland con i suoi 51 punti che hanno spinto Washington al successo esterno contro i Trail Blazers (92-106). Per Bradley è il massimo score in carriera: il giocatore originario di St.Louis aveva fatto impazzire la difesa dei padroni di casa già nel primo tempo (19 punti), per poi completare l’opera nella ripresa. Portland incassa così la terza sconfitta consecutiva e perde anche Nurkic per infortunio: a coach Stotts non basta l’eccellente prova del solito Damian Lillard (30 punti e 9 assist) per evitare l’ennesimo ko casalingo (il quarto, ndr) contro una squadra della Eastern Conference.

Chi invece attraversa un ottimo momento è Toronto: quarta vittoria di fila per i Raptors, che superano 126-113 i Phoenix Suns. L’Air Canada Centre sembra essere davvero un fortino per gli uomini di Casey: nono successo in 10 gare disputate davanti al proprio pubblico. I Suns non riescono a ripetere la sorprendente prestazione di Philadelphia: Booker mette a referto “solo” 19 punti (e 8 assist), dall’altra parte la premiata ditta Lowry-DeRozan confeziona 40 punti, senza dimenticare il prezioso supporto di Ibaka (19).

Russell Westbrook salva Oklahoma. La settima tripla doppia stagionale dell’MVP 2017 (34 punti, 13 rimbalzi e 14 assist) fa sì che OKC riesca ad avere ragione di Utah (100-94). Per tre quarti di gara i Jazz sembrano condurre le operazioni, ma dopo aver toccato il +17 il team di coach Snyder si scioglie come neve al sole: i Thunder sorpassano nel finale, prima con Russ e poi definitivamente con George, e conquistano così il terzo successo consecutivo.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi