Detroit cade a Cleveland (90-112), playoff lontani. Boston vince a Chicago

cleveland detroit




Dopo due ko consecutivi – 4 sconfitte nelle ultime 6 uscite – Cleveland si fa perdonare dal proprio pubblico con una bella vittoria contro Detroit (112-90). Il successo dei Cavs è frutto soprattutto della bellissima gara di Nance jr, chiamato a sostituire all’ultimo tempo l’infortunato Tristan Thompson. Il figlio d’arte ha messo a referto 22 punti e 15 rimbalzi, che hanno consentito ai padroni di casa di tenere a bada i Pistons e tornare così al successo.

Detroit, in sede di mercato, aveva piazzato il colpo Blake Griffin con l’obiettivo di entrare nei playoff. In molti pensavano che l’ex Clippers avrebbe fatto la differenza nella corsa alla post-season, ma dopo un inizio incoraggiante i Pistons sono incappati in un periodo davvero deludente: l’ottava posizione, attualmente occupata dai Milwaukee Bucks e dai Miami Heat, è ora distante cinque partite.

Oltre a Nance jr, coach Lue può fare sempre affidamento su LeBron James: anche ieri sera il “re” di Cleveland ha piazzato 31 punti e 7 assist, risultando una spina nel fianco per la retroguardia di coach Van Gundy. Il primo tempo vede i Cavaliers avanti di soli 5 punti, ma nella ripresa la coppia LeBron – Nance jr prende il comando delle operazioni: Detroit non riesce a tenere botta, Cleveland dilaga fino a raggiungere il +20. A quel punto coach Lue richiama in panchina LBJ, con i Cavs che gestiscono tranquillamente il vantaggio nell’ultima frazione.

Boston si presenta a Chicago senza Kyrie Irving, ma a decidere il match è Jaylen Brown: 21 punti per l’ala piccola di coach Stevens. I Celtics giocano un sontuoso primo tempo, chiuso con 26 punti di vantaggio. Nella ripresa la reazione dei Bulls non è incisiva: vincono i ‘verdi’ del Massachusetts (89-105), che restano in scia ai Raptors.

Vittoria di grande valore per gli Indiana Pacers, che battono Milwaukee 92-89 e si confermano sempre più quarta forza a Est. Il terzo successo consecutivo degli uomini di coach McMillan è targato Bogdanovic (29 punti), ai Bucks non bastano Bledsoe (26 punti) e Antetokounmpo (18 + 12 rimbalzi).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi