Durant ai Warriors, West contro Silver: “Cosa c’è di sbagliato?”




durant west silver “Non c’è niente di iniquo nel passaggio di Kevin Durant ai Golden State Warriors”. Questa la sintesi del pensiero espresso da Jerry West, consulente di mercato dei gialloblu di Oakland ed ex leggenda dei Lakers, che ha voluto replicare al numero uno della Lega, Adam Silver.

Il trasferimento di Durant da Oklahoma a Golden State ha suscitato numerose polemiche. Lo stesso Silver ha definito l’operazione non equa: “Ha reso troppo forte una franchigia già attrezzatissima per dominare”.

Ma Jerry West – un’intera carriera a Los Angeles, 14 stagioni e un anello nel 1972 – non ci sta: “Quando ero dirigente ai Lakers – racconta West – prendemmo Shaquille O’Neal inserendolo in un roster già molto forte, ma quell’acquisto non fece così tanto scalpore come l’arrivo di Durant ai Warriors. Sono i proprietari a decidere le regole e a negoziare con i giocatori. Non credo che sia corretto da parte loro criticare un acquisto del genere”.

West ha ammesso di aver risposto a Silver anche di persona. “Ha detto alcune cose che non ritengo siano giuste nei confronti dei Warriors e di Durant stesso. Gliel’ho fatto presente e gli ho detto che non sarà giusto dirlo anche quando altre squadre firmeranno giocatori simili in futuro – prosegue West – I giocatori adesso con l’introduzione della free agency hanno l’opportunità di andare a giocare dove preferiscono”.

PORZINGIS: “NELLA MIA TESTA SOLO I PLAYOFF” 

E’ stato senza dubbio una delle poche cose positive della scorsa stagione per i New York Knicks. Kristaps Porzingis ha le idee chiare, e un solo obiettivo nella testa: guadagnarsi un posto nei playoff. “La mia testa non pensa ad altro – ha detto Porzingis – Dev’essere il nostro obiettivo. Abbiamo una sufficiente quantità di talento per poter contrastare ogni squadra che ci si parerà davanti”.

“Avere meno palloni nella nuova stagione non sarà affatto un problema – ha aggiunto Porzingis – Per me conta che la squadra vinca e lo faccia nel miglior modo possibile”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi