Embiid “gela” il Madison, il Natale sorride ai Sixers (98-105): a NY non basta Kanter

embiid madison sixers natale




Dopo un Dicembre nero, Philadelphia torna alla vittoria (98-105) proprio nel giorno di Natale. E lo fa sul parquet dei New York Knicks, che nelle ultime nove gare avevano ottenuto sei successi (riuscendo a piegare anche Oklahoma e Boston) risalendo notevolmente la china.

I Sixers, al contrario, avevano davvero bisogno di un successo per uscire fuori da un periodo orribile. Una sola vittoria nelle ultime dieci partite, uno score inguardabile che aveva fatto precipitare la truppa di coach Brown dal quinto posto (con vista sul quarto) all’attuale decimo nella Eastern Conference. Il successo è arrivato, e senza dubbio vincere al Madison è sinonimo di qualità e quantità che dalle parti di Philadelphia non mancano affatto: ma i Sixers devono necessariamente trovare un equilibrio se vogliono staccare il “pass” per i playoff.

E soprattutto c’è bisogno di Joel Embiid, in particolare quello visto stasera. I 25 punti e i 16 rimbalzi del camerunense sono linfa vitale per i 76ers, che trovano grandi risorse anche da JJ Redick (24) e da un bravissimo McConnell (15). Phila la spunta anche senza l’apporto concreto di Covington e di Simmons, che nelle ultime uscite hanno lasciato un pò a desiderare. New York, dal canto suo, non riesce a prevalere nonostante l’eccellente performance di Enes Kanter: 31 punti e 22 rimbalzi per il turco, che fa passare brutti momenti alla difesa di Brown.

Se il primo tempo si è mantenuto all’insegna dell’equilibrio (all’intervallo Phila è avanti 50-48), nel finale del terzo quarto gli ospiti tentano il primo allungo, grazie agli otto punti di McConnell. I Sixers vanno sul +9, ma il rientro in campo di Kanter e le giocate di Porzingis (22 punti) permettono ai Knicks di pareggiare i conti quando mancano poco più di 5 minuti alla sirena.

Phila trova le forze per allungare nuovamente, prima con la tripla di Embiid e infine con Simmons, che si sveglia dal torpore e mette dentro la schiacciata del +8 a 66 secondi dalla fine. NY ha un ultimo sussulto, ma i 76ers controllano e portano a casa un successo che fa respirare Brown.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi