Festa Boston, primo successo: Sixers battuti a domicilio (92-102). Lonzo Ball fa volare i Lakers

boston sixers lonzo ball




Finalmente Boston. I Celtics si scrollano di dosso l’alone depressivo provocato dal bruttissimo infortunio accorso a Gordon Hayward e vanno a vincere la loro prima gara in questa stagione.

Lo fanno su un parquet tutt’altro che agevole, ovvero quello dei Philadelphia 76ers, che incassano la seconda sconfitta in due gare. Anche stavolta i Sixers hanno dimostrato di poter tenere testa ad una delle squadre più forti della Lega, così come fatto nella gara d’esordio contro Washington, ma la casella delle vittorie dice ancora “zero”: coach Brown ha ancora parecchio da lavorare.

Brad Stevens, oltre a Hayward, ha dovuto rinunciare anche a Marcus Smart, fermato da problemi alle caviglie. Boston ha rischiato di capitolare nel terzo quarto, quando le percentuali “horror” al tiro hanno fatto sprofondare gli ospiti in un blackout che poteva costare caro. I Sixers ne approfittano solo parzialmente, portandosi sul +9 ma non affondando la lama. Un errore gravissimo: prima Horford e Larkin rimettono Boston in carreggiata, poi nell’ultimo quarto sale in cattedra Kyrie Irving, che prende per mano i suoi e annienta la retroguardia di coach Brown. I Celtics vanno così a vincere 102-92; Phila ha bisogno di trovare l’amalgama giusta e una condizione migliore nei suoi uomini di punta. A cominciare da Joel Embiid, fermo a soli 11 punti. Bene Redick (19).

Gli schiaffoni nel derby hanno fatto bene ai Los Angeles Lakers, che si sono subito rialzati andando a vincere in casa dei Phoenix Suns (130-132). Protagonista della serata proprio quel Lonzo Ball che contro i Clippers aveva profondamente deluso. Il rookie è arrivato ad un passo dal diventare il più giovane di sempre a mettere a segno una tripla doppia in NBA: 29 punti, 11 rimbalzi, 9 assist, e una prestazione complessiva davvero scintillante. Phoenix ci crede fino all’ultimo: la tripla di Booker vale il -1 a sei secondi dalla sirena, ma dalla lunetta Ingram mette dentro il libero che regala il primo successo stagionale a coach Walton.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi