Figuraccia per Draymond Green: pubblica su Snapchat foto del suo pene! Poi si scusa: “Non volevo”




draymond green snapchatGli assi dei Golden State Warriors tornano a far parlare delle loro gesta. Ma stavolta non si tratta di performance mostruose, record di punti o un grande score nei rimbalzi, bensì di una foto piuttosto scandalosa pubblicata su Snapchat da Draymond Green. 

L’ala grande, 26 anni, ha infatti pubblicato su Snapchat una foto del suo pene: un incidente molto imbarazzante, tanto che Green ha provveduto a rimuoverla una volta resosi conto di averla fatta grossa, all’incirca dopo una decina di minuti dalla pubblicazione.

Green ha provato dapprima a difendersi scrivendo su Twitter di essere stato “hackerato”, ma successivamente ha fornito la versione reale di quanto accaduto: “Chiedo pubblicamente scusa, ovviamente non era quella la mia intenzione – le scuse di Draymond Green – Si trattava nelle mie intenzioni di un messaggio privato. A volte basta un clic per pubblicare qualcosa nel posto sbagliato. Stavolta è capitato a me”.

Il 26enne, che fa parte della Nazionale USA alle Olimpiadi di Rio 2016, non sta vivendo un bel periodo: una ventina di giorni fa la rissa all’interno di un ristorante a East Lansing, nel Michigan, gli costò l’arresto da parte della polizia statunitense, successivamente rilasciato dietro pagamento di una cauzione da 200 dollari. In seguito, Draymond Green avrebbe deciso di patteggiare, ridimensionando così l’accusa: il giocatore non ha dovuto fronteggiare alcun periodo di detenzione o un ulteriore procedimento penale, ma se l’è cavata con una multa di 560 dollari.

Intanto Michael Beasley resta un giocatore NBA. Dopo essere stato votato giocatore dell’anno nel campionato cinese (CBA), l’ala americana ha trovato un nuovo ingaggio nell’NBA, e precisamente a Houston, dove ha firmato a marzo (12.8 punti e 4.9 rimbalzi) e dove rimarrà anche la prossima stagione. L’annuncio è stato dato dall’emittente americana ESPN.

Scelta numero 2 nel draft del 2009, Beasley ha vestito le casacche dei Miami Heat, dei Minnesota Timberwolves e dei Phoenix Suns prima di esportare il suo talento in Cina con i Golden Stars di Shandong.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi