Gara 7 fatale per Washington: esulta Boston (115-105), ora c’è Cleveland

boston washington Alla fine passa Boston. Al termine di una serie stupenda, che ha regalato emozioni a non finire, ad approdare in finale di Eastern Conference sono i Celtics, che in gara 7 battono 115-105 una tostissima Washington.

E’ il ritorno nell’elite per la franchigia del Massachusetts, che può così rivivere i fasti del 2012, ultimo anno in cui Boston era riuscita a raggiungere la finale di Conference. Allora i protagonisti erano Garnett, Pierce e Allen, oggi ce ne sono di nuovi ma altrettanto meritevoli di encomio. Anche perchè per arrivare fin qui Boston ha sudato parecchio: dopo il fantastico primo posto in regular season, i Celtics sono riusciti a raddrizzare la serie contro Chicago (che si era portata sullo 0-2) e hanno avuto il loro bel da fare per superare una delle realtà migliori di questa Lega, ovvero i Washington Wizards. E’ servita un’altra grande prova collettiva, come sottolineato da uno degli eroi della serata, quello che non ti aspetti: Kelly Olynyk, 26 punti di cui 14 fondamentali nell’ultimo quarto.

Certo, non si può negare che senza Isaiah Thomas non sarebbero gli stessi Celtics. IT sta disputando questi playoff da autentico lottatore (ci ha rimesso anche un dente…) e anche ieri ha messo a referto altri 29 punti che hanno fatto volare Boston in finale di Conference. E poi Brad Stevens, senza dubbio uno dei migliori coach dell’NBA.

Washington ha dato tutto, e ha dimostrato che la struttura è già di grandissimo livello. Ieri è mancato John Wall (solo 19 punti) mentre Beal è stato nuovamente il trascinatore dei capitolini: 38 punti, di cui 24 nella ripresa. Washington è avanti 55-53 all’intervallo, ma nel terzo quarto è Boston a dare una svolta alla gara: Beal prova a reagire, ma non è aiutato da Wall. Thomas e Olynyk fanno malissimo alla retroguardia di coach Brooks, e il canestro del +10 quando mancano poco più di 3 minuti alla sirena fa capire al pubblico del TD Garden che la finale di Conference è ormai cosa fatta.

Da mercoledì c’è Cleveland e c’è LeBron James: Boston può avvalersi del vantaggio del campo, per quella che sarà senza dubbio un’altra serie da ricordare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi