Golden State asfalta Phoenix. Beli ritarda l’esordio, ma i Sixers battono NY

golden state phoenix




Coach Kerr se le sta studiando tutte per migliorare ancora di più Golden State. La guida dei Warriors non si accontenta di avere quella che sembra a tutti gli effetti una macchina infallibile: ieri sera, durante il match vinto (e nettamente) contro Phoenix, Kerr ha lasciato condurre alcuni time-out ai suoi giocatori, rimanendo da una parte ad osservare. Un pò per responsabilizzare ancora di più i suoi uomini, un pò per tenere l’asticella della tensione sempre alta, evitando così rilassamenti sgraditi.

Sta di fatto che la corazzata di Oakland ha infilato un altro successo, il 44esimo stagionale: alla Oracle Arena non c’è scampo per i Suns, battuti 129-83 e quasi mai in partita. Phoenix, infatti, resiste alla marea gialloblu solo per 12 minuti: dal secondo quarto in poi è tutta una sinfonia di Golden State, con Steph Curry strepitoso direttore d’orchestra (22 punti e 7 assist). Buona parte della scena se la prende anche il bravissimo Casspi, che mette a referto 19 punti e si fa notare anche per l’ottimo lavoro a rimbalzo (10).

L’unico che ha provato ad arginare i Warriors è stato Elfrid Payton, che ha totalizzato 29 punti di cui 16 nel primo quarto. Ma alla fine gli uomini di coach Triano hanno dovuto cedere di fronte all’evidente superiorità dei padroni di casa e dominatori della Western, che chiudono sul +46 e mantengono Houston a debita distanza.

Niente esordio per Belinelli, che resta in panchina per tutta la durata del match, ma Philadelphia vince comunque: 108-92 ai New York Knicks e quarta vittoria consecutiva per i Sixers, trascinati da uno splendido Dario Saric (24 punti) e dalla sorprendente tripla doppia di McConnell (10 punti, 10 rimbalzi e 11 assist). I newyorkesi mettono paura ai padroni di casa solo nel terzo quarto, prima che Phila ritrovi le giocate giuste e un divario rassicurante. Mercoledì sfida caldissima in chiave playoff contro gli Heat, sempre al Wells Fargo Center: per Beli dovrebbe essere la volta buona.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi