Golden State implacabile, superata anche Minnie. Westbrook schianta i Wizards

golden state minnesota




Golden State non ama fare sconti. Nemmeno a Minnesota, che ha provato a tirarsi fuori da un momento difficile ma che ha dovuto arrendersi di fronte allo strapotere degli uomini di Kerr. I Warriors si sono imposti 126-113 sui Timberwolves, ed è sostanzialmente un successo meritato.

D’altronde, la differenza tra i due team è evidente non solo in campo, ma anche nei numeri: Golden State ha vinto 11 delle ultime 13 gare, mentre Minnie ha perso 4 degli ultimi 6 match disputati. La truppa di Thibodeau, che fino ad un paio di settimane fa era saldamente al quarto posto a Ovest, vede ora avvicinarsi pericolosamente Oklahoma. Coach Kerr, al contrario, veleggia sempre più spensierato al comando della Western e dell’intera Lega.

I Timberwolves arrivano alla Oracle Arena ancora senza Butler, infortunato al ginocchio destro. Thibodeau sa che si sarà da soffrire, e spera nella forma non ottimale dei “top player” gialloblu. Speranza vana, dato che Kevin Durant si prende tutto il palcoscenico: l’ex OKC realizza una magnifica tripla doppia (28 punti, 10 rimbalzi e 11 assist) che schianta Minnesota e fa volare i Warriors.

Golden State prova a chiudere la pratica già nel primo tempo, ma il +16 del secondo quarto viene ben presto ridotto dalle giocate di Towns (31 punti). Tuttavia, gli uomini di Kerr riescono comunque ad andare all’intervallo avanti di 12 lunghezze. Minnesota ha un sussulto all’inizio del secondo tempo grazie alle bombe da fuori di Bjelica (che sostituiva Butler) che riportano gli ospiti a soli 5 punti. L’illusione dura poco: la difesa dei “Lupi” non regge gli attacchi di KD e degli Splash Brothers. Crawford ci prova (21 punti), i T’Wolves risalgono fino al -6, ma nelle battute finali i campioni in carica controllano e portano a casa il 39esimo successo stagionale.

Come detto in precedenza, i Thunder si avvicinano al quarto posto occupato da Minnesota. Il team di coach Donovan batte Washington (121-112) e infila la sesta vittoria consecutiva. Decide uno stupefacente Westbrook (46 punti e 6 assist), ai Wizards non basta un altrettanto straordinario Bradley Beal (41 punti e 12 rimbalzi).

 

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi