Golden State, un altro ko: gode Minnesota (103-102). Houston vince a Chicago




minnesota golden state Golden State, che succede? Probabilmente è solo un periodo un pò così per la franchigia di Oakland. Sta di fatto, però, che per la seconda volta nel giro di un paio di settimane i Warriors hanno perso due partite di fila. Un fatto a cui i tifosi di GS non erano più abituati da circa un paio d’anni.

Ecco perchè, dopo la sconfitta interna contro Boston, in pochissimi immaginavano che i gialloblu perdessero anche la gara contro Minnesota. Anzi, quasi tutti pensavano ad un animale ferito, alla classica furia Warriors che si sarebbe riversata sui malcapitati Timbewolves.

Macchè. Già nel primo tempo Minnie intuisce le difficoltà di Golden State – che senza Durant sembra davvero un’altra squadra – e prende a schiaffi la retroguardia ospite. Nel primo tempo un indemoniato Towns infila 19 dei suoi 23 punti complessivi, e Minnesota vola addirittura sul +17. Nel terzo periodo si svegliano gli uomini migliori della corazzata guidata da coach Kerr, ovvero Thompson e Curry: GS risale fino al -3 e tutto lascia pensare che il sorpasso sia dietro l’angolo. E in effetti nell’ultimo quarto il sorpasso arriva, con il lay up di Curry quando mancano solo 19 secondi alla sirena conclusiva. Ma i Warriors non avevano ancora fatto i conti con Wiggins: 2/2 alla lunetta, Minnesota vince 103-102.

Niente da fare per Toronto, che cade ad Atlanta 105-99. Gli Hawks dimostrano di volere a tutti i costi la vittoria per continuare la corsa al quarto posto nella Eastern Conference. I Raptors vengono trascinati da DeRozan (28 punti) ma non basta: Atlanta tiene a distanza i canadesi grazie alla splendida prestazione di Dennis Schroder (26 punti), vero protagonista del quarto periodo.

Bel successo esterno quello di Houston, che va a vincere sul parquet di Chicago 94-115. Coach D’Antoni aveva bisogno di questa vittoria dopo due ko di fila: ci riesce nonostante un Harden ‘umano’ (19 punti, 7 rimbalzi e 13 assist). Washington espugna Sacramento all’overtime e continua a volare: 38 punti di Beal, 122-130 ai Kings e secondo posto per i ‘capitolini’ ad Est.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi