Houston inarrestabile, 11esima di fila. Boston torna a vincere

houston charlotte




Houston non si ferma più. La “macchina da guerra” costruita dalla mano sapiente di Mike D’Antoni non sembra conoscere ostacoli: ieri sera contro Charlotte (108-96) è arrivata l’undicesima vittoria consecutiva, la diciassettesima nelle ultime 18 uscite. Un ruolino di marcia impressionante, molto simile a quello di Boston, Golden State e Cleveland. Se i numeri servono a qualcosa, i Rockets non possono più nascondersi: per le Finals la candidatura dei texani è serissima.

Gli Hornets hanno potuto fare ben poco contro James Harden e co. Il “Barba” non ha disputato una delle sue prestazioni migliori, fermandosi a 21 punti e 8 assist: ma anche quando la stella dei Rockets non è al massimo, coach D’Antoni può sempre fare affidamento su Chris Paul. L’ex Clippers ha totalizzato 31 punti, 11 assist e 7 rimbalzi, mandando costantemente in crisi la difesa ospite.

La contesa può dirsi virtualmente chiusa già nel primo tempo. Il break di Houston è pazzesco: 25-0, con Charlotte praticamente annichilita. A tirare fuori dalle secche gli Hornets ci pensa un’encomiabile Howard, che mette a referto 26 punti e 18 rimbalzi: Charlotte prova a rientrare in gara, ma Houston è troppo in serata per farsi fregare. All’inizio del terzo quarto i Rockets schiantano definitivamente gli ospiti, riportandosi sul +20 e sbriciolando le speranze di rimonta della truppa di coach Clifford.

La sorprendente battuta d’arresto contro i Bulls è già un ricordo: Boston torna a vincere al TD Garden contro un’ottima Denver (124-118), a cui non bastano la prestazione scintillante di Gary Harris (36 punti e 6 assist) e l’ottima performance di Murray (28 + 10). I Celtics piazzano la zampata decisiva tra il terzo e l’ultimo quarto, grazie al solito Kyrie Irving: per l’ex Cavs i punti a referto sono 33.

Nelle prime posizioni a Est c’è saldamente Toronto. A trascinare i Raptors è sempre DeMar DeRozan: 37 punti, di cui 18 solo nel terzo quarto. Una forza della natura, che consente ai canadesi di espugnare Phoenix (109-115).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi